Videocassette potrebbero valere migliaia di euro

Videocassette potrebbero valere migliaia di euro

Videocassette potrebbero valere migliaia di euro come ha fatto sapere il sito loveantiques.com

Videocassette potrebbero valere migliaia di euro VHS cassetta

Videocassette potrebbero valere migliaia di euro, correte a controllare in cantina

Videocassette potrebbero valere migliaia di euro. Le videocassette, stituite da dvd ed altri formati più tecnologici, appartengono ormai al passato e in molti li hanno portati in cantina, in garage o buttati nella spazzatura. Se si possiedono alcuni rari VHS non dovete buttarli perché possono valere una fortuna. Molti dei nastri preziosi sono film che sono stati vietati in fretta dopo una prima distribuzione e secondo il sito dell’antiquariato loveantiques.com chi le possiede può guadagnarci. Se avete una copia di questi titoli possono valere anche mille euro.

Molti altri film sono stati censurati, anche se non valgono così tanto: I film più censurati della storia

Ecco i titoli

The Beast in Heat

The Legend of Hillbilly John (Rainbow)

Journey Into Beyond

Lemora, Lady Dracula

Don’t Open the Window

Flesh Eaters (Knockout)

Black Decameron (Intervision)

Curse of Death (Knockout)

Farewell Africa (Fletcher)

House of Perversity

Anthropophagus the Beast

Hitchhike to Hell (VRO)

Devil Hunter (Cinehollywood)

Nightmare Maker (Atlantis)

Madhouse (Medusa)

The Evil Dead (Palace)

The Love Butcher (Intervision)

Eegah (Trytel)

Betrayed (Taboo)

Celestine (GO)

Sisters of Blood (Alpha)

Cannibal Man (Intervision)

Gallery of Horror (Trytel)

Tomb of the Undead (Trytel)

Red

Videocassette potrebbero valere migliaia di euro film pellicola

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey ne Il risveglio della forza

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey Star Wars

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey, spiegando le ragioni che lo hanno portato a prendere questa decisione

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey. Tra le tante critiche che sono state mosse da diversi fan a Star Wars: il Risveglio della Forza vi è quella legata all’abbraccio tra il Generale Leia Organa (Carrie Fischer) e Rey (Daisy Ridley). Colpisce fan e non, che Leia si diriga verso Rey, personaggio a lei sconosciuto, e non corra, invece, ad abbracciare Chewbacca, grande amico suo e di Han Solo. Slashfilm ha chiesto il motivo di questa scelta al regista che ha spiegato:

Questo è probabilmente uno degli errori che ho fatto nel film. All’epoca pensavo che Chewbacca, nonostante il dolore che stesse provando, fosse focalizzato sul cercare di salvare Finn e prendersi cura di lui. Quindi ho cercato di farlo correre via, concentrandomi su Rey, e poi mostrare l’incontro tra lei e Leia. La mia idea era che scorrendo potente in entrambe la Forza, pur non essendosi mai incontrate era come se si fossero sempre conosciute. Leia avrebbe capito cose di lei che noi non avevamo visto sullo schermo, e Rey avrebbe capito lo stesso su Leia. Quell’incontro tra loro sarebbe stato un vero ritrovo, per commemorare la loro perdita. Se non avessimo mostrato Chewbacca, probabilmente non ci avreste pensato. Ma siccome era proprio lì, e Leia è come se lo ignorasse, è sembrata una leggerezza, e questa non era la nostra intenzione.

Questo era uno dei motivi di critica mossi in questa recensione: Cinema e dintorni

Red

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey Star Wars: Il risveglio della Forza

Schwarzy consola Sly

Schwarzy consola Sly

Schwarzy consola Sly Sylvester Stallone con le sexy figlie alla premiere di Creed 1

Schwarzy consola Sly. Arnold Schwarzenegger consola Sylvester Stallone per la mancata vittoria agli Oscar ieri sera. Una grossa delusione per Sly e i suoi milioni di fan in tutto il mondo che avevano seguito con trepidante attesa la Notte degli Oscar.

Sylvester Stallone era candidato alla statuetta come il Miglior Attore non Protagonista per Creed, il nuovo capitolo della saga di Rocky.

Su Twitter, Arnold Schwarzenegger suo ex rivale al botteghino e amico di vecchia data ha pubblicato un video in cui si complimenta con Sly dichiarando: per me sei tu il migliore.

Ecco il link del video: VIDEO

L’abbraccio tra Leonardo DiCaprio e Kate Winslet

L’abbraccio tra Leonardo DiCaprio e Kate Winslet

L’abbraccio tra Leonardo DiCaprio e Kate Winslet, dopo uno strameritato Oscar

L'abbraccio tra Leonardo DiCaprio e Kate Winslet Leonardo DiCaprio e Kate Winslet

L’abbraccio tra Leonardo DiCaprio e Kate Winslet, grande amica dell’attore e straordinaria attrice

L’abbraccio tra Leonardo DiCaprio e Kate Winslet. Tra il pubblico della notte degli Oscar, mentre la sempre affascinante Julianne Moore pronunciava il nome dell’attore che aveva vinto la statuetta, solo una persona era contenta come Leonardo DiCaprio del premio e quella era la sua migliore amica Kate Winslet.

Ad un certo punto dopo la vittoria c’è stato un caloroso abbraccio Leonardo DiCaprio e Kate Winslet visibilmente emozionati entrambi. Era ora che Leonardo DiCaprio vincesse la tanto attesa statuetta, per un film che lo ha costretto ad una durissima prova fisica a causa di temperature rigidissime e degli orari proibitivi nei quali si giravano le scene. Alejandro González Iñárritu ha costretto la troupe a recitare in condizioni climatiche avverse, ma ha ripagato l’attore con la statuetta ed ha vinto per il secondo anno di fila l’Oscar come miglior regista.

Anche Kate Winslet era candidata ad una statuetta come miglio attrice non protagonista, ma l’Oscar è andato a Alicia Vikander per The Danish Girl.

Se volete leggere una recensione del pluripremiato Revenant – Redivivo, la trovate qui: Revenant – Redivivo

Red

L'abbraccio tra Leonardo DiCaprio e Kate Winslet Leonardo DiCaprio e Kate Winslet 2

Leonardo DiCaprio e i biscotti

Leonardo DiCaprio e i biscotti

Leonardo DiCaprio e i biscotti
Leonardo DiCaprio e i biscotti
. Leonardo DiCaprio era ieri sera alla cerimonia degli Oscar, ma sembrava molto più interessato alla scatola di biscotti che teneva in mano. Uno sguardo famelico, bramava più i biscotti del tanto desiderato Oscar.

Alla fine della cerimonia Leonardo DiCaprio ha poi vinto uno strameritato Oscar, che ha dovuto contendersi con altri attori che lo meritavano come Bryan Cranston, per la notevole interpretazione in L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo. Grazie a Revenant – Redivivo l’Oscar è andato anche per il secondo anno consecutivo al regista Alejandro González Iñárritu.

Se cercate una recensione di Revenant – Redivivo, la trovate qui: Cinema e dintorni

Red

Ernest Hemingway una volta ha scritto

Ernest Hemingway una volta ha scritto

Ernest Hemingway una volta ha scritto Seven  David Fincher, Brad Pitt, Morgan Freeman, Kevin Spacey

Ernest Hemingway una volta ha scritto. Come dice il detective Somerset in Seven, film del 1995 diretto da David Fincher e interpretato da Brad Pitt, Morgan Freeman e Kevin Spacey:

Ernest Hemingway una volta ha scritto: il mondo è un bel posto e vale la pena di lottare per esso. Condivido la seconda parte.

Sergio Leone ed Ennio Morricone compagni di scuola

Sergio Leone ed Ennio Morricone compagni di scuola

Sergio Leone ed Ennio Morricone compagni di scuola

Sergio Leone ed Ennio Morricone compagni di scuola alle elementari

Sergio Leone ed Ennio Morricone compagni di scuola. Sergio Leone ed Ennio Morricone vivevano a Trastevere ed erano compagni di classe alle elementari prima di cominciare la lunga collaborazione nel 1964. Questa foto di classe, che abbiamo trovato su Facebook, che ritrae il regista ed il compositore quando erano ancora bambini.

Ennio Morricone quest’anno ha vinto il Golden Globe, il BAFTA e ha ricevuto la nomination all’Oscar per la migliore colonna sonora grazie a The Hateful Eight di Quentin Tarantino. Molto probabilmente vincerà anche l’Oscar tra pochissimi giorni appena ci sarà l’attesa premiazione dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences.

Red

Sylvester Stallone davanti alla statua di Rocky

Sylvester Stallone davanti alla statua di Rocky

Sylvester Stallone davanti alla statua di Rocky

Sylvester Stallone davanti alla statua di Rocky. In questa foto si vede un compiaciuto Sylvester Stallone davanti alla statua di Rocky Balboa. Rocky Balboa proprio il personaggio che ha reso una star internazionale l’attore italoamericano.

Film in cui compare Rocky Balboa:

Rocky (1976), di John G. Avildsen
Rocky II (1979), di Sylvester Stallone
Rocky III (1982), di Sylvester Stallone
Rocky IV (1985), di Sylvester Stallone
Rocky V (1990), di John G. Avildsen
Rocky Balboa (2006), di Sylvester Stallone
Creed – Nato per combattere (2015), di Ryan Coogler

Creed – Nato per combattere è uno spin-off della saga di Rocky e la sua storia si svolge dopo Rocky Balboa, sesto film della serie.

Red

Lo stuntman di Revenant – Redivivo

Lo stuntman di Revenant – Redivivo

Parla lo stuntman di Revenant – Redivivo

Lo stuntman di Revenant - Redivivo

Lo stuntman di Revenant – Redivivo, che ha dato vita al famoso orso.

Lo stuntman di Revenant – Redivivo. L’orso più famoso al mondo, quello di cui si parla spesso sui social dicendo per scherzo che soffierà l’Oscar a Leonardo DiCaprio è stato interpretato da due stuntman che tramite l’usuale tuta blu hanno poi permesso di ricreare artificialmente il grizzly.

Glenn Ennis, uno dei due stuntman che ha dato i movimenti al grosso grizzly, intervistato da Global News ha detto:

Avevano due statunitensi (stuntman forse?)che si sono occupati delle prove, di impostare tutta la routine della scena. Uno è finito in ospedale per sfinimento e spossatezza. Si tratta di prendere una persona, scaraventarla in giro, ribaltarla, attaccarla. Correre sulle tue mani e piedi per dieci metri non è semplice se sei di corporatura imponente ed è un processo non-stop per ben due minuti. Quando questo tizio è finito in ospedale, ho ricevuto una telefonata da Vancouver chiedendomi se potevo raggiungere il set. Ho imparato la routine velocemente. Era richiesta autenticità, la capacità di replicare i movimenti di un orso. Forse il mio background nella recitazione mi ha aiutato [ben 15 anni di esperienza alle spalle, NdR]. In ogni caso, per evitare lo sfinimento fisico, era impossibile che a girare la scena fosse una persona sola. Ma io sono stato l’orso numero uno […]Durante le prove indossavo una tutta blu con la testa di un orso […] Inarritu è stato chiaro fin dal principio circa il realismo che questa scena richiedeva.”

Parla lo stuntman di Revenant - Redivivo Revenant - Redivivo The Revenant Alejandro González Iñárritu Leonardo DiCaprio, Tom Hardy, Domhnall Gleeson, Will Poulter streaming 6

Poi ha continuato:

Sì, per il 20% del tempo ho fatto proprio quello. La parte divertente è questa: se fate caso alla testa dell’orso nell’immagine… Volevano che la sua testa, la sua bocca fosse nella parte bassa della schiena di DiCaprio. Dovevo afferrare la sua giacca con la mano per far sì da dare l’impressione che l’orso gli stesse lacerando la giacca. Per far sì che la testa della bestia si trovasse in quella posizione, fondamentalmente la mia testa doveva stare fra le sue chiappe. La mia faccia è stata a stretto contatto col sedere di DiCaprio per un buon quantitativo di tempo. Capisco che per molte persone ciò sia come un sogno, ma per me non lo è stato!.

Vi abbiamo riportato una traduzione che non sembra impeccabile che abbiamo trovato sul noto portale cinematografico http://www.badtaste.it/. La scena con l’orso è stata girata tutta in piano sequenza ed è così realistica che fa immerge lo spettatore nella lotta tra l’animale e Hugh Glass e il grosso animale.
Scherzi a parte sulla vittoria della statuetta da parte dell’animale crediamo che questa volta Leonardo DiCaprio per la sua bella interpretazione possa vincere l’Oscar. Oscar ampiamente alla portata anche per il regista Alejandro González Iñárritu e l’attore non protagonista Tom Hardy che da vita ad un villain straordinario.

Se volete leggere una recensione di questo stupendo film la trovate qui: Revenant – Redivivo

Red

Parla lo stuntman di Revenant - Redivivo Trucco di Revenant Leonardo DiCaprio

Tom Hardy racconta come ha avuto la parte in Revenant

Tom Hardy racconta come ha avuto la parte in Revenant

Tom Hardy racconta come ha avuto la parte in Revenant, il ruolo di John Fitzgerald doveva andare a Sean Penn

Tom Hardy racconta come ha avuto la parte in Revenant Revenant - Redivivo The Revenant

Tom Hardy racconta come ha avuto la parte in Revenant, per la quale ha ricevuto una nomination agli Oscar 2016

Tom Hardy racconta come ha avuto la parte in Revenant. Revenant – Redivivo è oramai uscito nelle sale da quasi un mese, sta avendo un grande successo al botteghino e ha fatto incetta di nomination agli Oscar del 2016. Anche l’attore grazie al capolavoro di Alejandro González Iñárritu ed alla sua magistrale interpretazione di John Fitzgerald ha ottenuto la sua prima candidatura agli Oscar.

Dovete però sapere che questo ruolo era stato inizialmente affidato a Sean Penn.

Hardy racconta:

Leo mi ha telefonato. Sean Penn doveva inizialmente interpretare Fitzgerald, ma poi non era più disponibile. Io stavo per fare Splinter Cell, ma Leo mi ha telefonato e mi ha detto, “Sto per fare questo film con Alejandro. È veramente bello”. Ecco, è andata così.

Sean Penn è uno dei più grandi attori in cuircolazione e sicuramente avrebbe giovato alla pellicola, ma lasciatecelo dire, sarebbe stato un vero peccato che Tom Hardy rinunciasse a Revenant – Redivivo, la pellicola avrebbe perso molto senza la sua splendida interpretazione.

Se volete leggere una recensione della pellicola, la trovate qui: Revenant – Redivivo

Red

Tom Hardy racconta come ha avuto la parte in Revenant Revenant - Redivivo The Revenant Alejandro González Iñárritu Leonardo DiCaprio, Tom Hardy, Domhnall Gleeson 2