Salviamo la stagione con l’Europa League

Salviamo la stagione con l’Europa League

Pioli: “Salviamo la stagione con l’Europa League”

SS Lazio Salviamo la stagione con l'Europa League

Il messaggio del tecnico biancoceleste è chiaro, perchè Salviamo la stagione con l’Europa League può anche voler dire la sua riconferma in caso di successo

Salviamo la stagione con l’Europa League. Contro lo Sparta Praga la Lazio si gioca tutto in 90′. Si riparte dall’1-1 dell’andata e Stefano Pioli sa bene quanto valga la qualificazione ai quarti di Europa League:

Questo anno si salva andando il più avanti possibile in Europa League e magari vincendola (…) Poi, tentando la rimonta in campionato, ma non giochiamo soltanto per il passaggio del turno ma anche per trovare slancio, entusiasmo e voglia per finire bene la stagione.

Se la Lazio vincesse l’Europa League oltre ad aggiudicarsi un prestigioso trofeo avrebbe la possibilita di qualificarsi per la prossima Champions League, che vorrebbe dire un’entrata economica non di poco conto. Il passaggio del torno non è un’utopia, ma per vincere la coppa servirebbe un autenti miracolo essendo in corsa ancora squadre come il Manchester UTD (anche se non in grande spolvero quest’anno) e soprattutto il Borussia Dortmund. da non dimenticare il Siviglia che non parte mai con i favori del pronostico, ma è quasi sempre la squadra che si aggiudica la coppa. Gli spagnoli dal 2005 in avanti hanno vinto l’Europa League ben quattro volte: 2005-2006, 2006-2007, 2013-2014, 2014-2015.

Red

Le big inglesi pensano di abbandonare la Champions

Le big inglesi pensano di abbandonare la Champions

Le big inglesi pensano di abbandonare la Champions, la notizia arriva dal SunLe big inglesi pensano di abbandonare la Champions old trafford manchester utdLe big inglesi pensano di abbandonare la Champions e di creare una nuova lega. l’European Super League

Le big inglesi pensano di abbandonare la Champions. Secondo quanto riportato dal tabloid inglese “The Sun” ieri ci sarebbe stata una riunione segreta tra Manchester City, Manchester United, Liverpool, Arsenal e Chelsea per prendere in considerazione l’ipotesi della creazione di una nuova European Super League.

Il meeting sembra sia stato convocato da Stephen Ross, il proprietario della franchigia NFL dei Miami Dolphins. All’incontro tenutosi in un hotel di Londra, da quanto riportato dal tabloid, hanno partecipato: Ed Woodward, vicepresidente dello United, Bruce Buck, presidente del Chelsea, Ivan Gazidis amministratore delegato dell’Arsenal, Ferran Soriano, AD del City e Ian Ayre, AD del Liverpool.

Le big inglesi pensano di abbandonare la Champions Wolfsburg Manchester United 8-12 3-2Nella nuova competizione queste quattro squadre inglesi affronterebbero altre 8 rivali europee in un torneo la cui partecipazione sarebbe automatica e non condizionata a una qualificazione come accade ora nelle competizioni europee. Tra le possibili squadre invitate ci sarebbe anche il Milan, oltre a Barcellona, Real Madrid e Bayern Monaco, non è stato riportato nulla sulla Juventus.

Secondo il Sun questa idea nasce dal timore che gli exploit di Leicester e Tottenham possano allontanare queste big dai grandi introiti garantiti dalla Champions League.

Ci si chiede che diritto abbiano le squadre inglesi di creare un nuovo torneo a parte per soli motivi economici. Tra queste squadre di una certa importanza storica ci sono solamente il Manchester UTD, il Liverpool e l’Arsenal, il City ed il Chelsea son diventate importanti da quando sono state comprate da magnati stranieri. Un altro punto focale ruota intorno al problema che verrebbero escluse squadre storiche e vincenti come la Juventus, il Porto, L’Atletico Madrid, il Borussia Dortmund solo per fare degli esempi.
Si perderebbe definitivamente ciò che resta dell’essenza del calcio per inchinarsi interamente al Dio denaro.

Le big inglesi pensano di abbandonare la Champions Wolfsburg Manchester United 8-12 3-2 iSe andiamo ad analizzare le ultime vittorie nelle competizioni notiamo che da un po’ di anni il calcio europeo è dominato dalle squadre spagnole e le inglesi non se la passano benissimo se escludiamo la fortunosa vittoria del Chelsea sul Bayern Monaco. L’Inghilterra sta avendo un calo non di poco conto nel Ranking UEFA, rischia di perdere una squadra a favore dell’Italia e le possibili qualificazioni di Leicester City e Tottenham Hotspur non aiutano certo a migliorarlo.

Secondo noi gli inglesi dovrebbero un po’ abbandonare la spocchia che li contraddistingue facendogli credere di essere i migliori ed essere più disposti al dialogo. Questa iniziativa assomiglia molto al ricatto che a livello politico l’Inghilterra sta perpetuando ai danni dell’Unione Europea, chiedendo agevolazioni maggiori di qualsiasi altro stato comunitario. In questo caso di fronte al pericolo di perdere una squadra in Europa cercano di mettere pressione all’Uefa. Ma del resto come l’unione Europea potrà benissimo fare a meno dell’Inghilterra, così la Champions potrà farlo con le squadre inglesi. Goodbye.

Red

Le big inglesi pensano di abbandonare la Champions Wolfsburg Manchester United 8-12 3-2 ii

Luciano Spalletti torna alla guida della Roma

Luciano Spalletti torna alla guida della Roma

Luciano Spalletti torna alla guida della Roma dopo una lunga esperienza in Russia

Luciano Spalletti torna alla guida della Roma

Finalmente la notizia per la quale i tifosi erano in trepidazione da giorni è arrivata: Luciano Spalletti torna alla guida della Roma

E’ arrivata l’ufficialità, Luciano Spalletti torna alla guida della Roma: l’annuncio lo ha dato l’account ufficiale twitter della società, che ha accompagnato questa gradita notizia con l’immagine dell’allentaore e la scritta “E’ tornato”.

Spalletti era atterrato questa mattina con il volo da Miami assieme al direttore Baldissoni, dopo l’incontro con il presidente James Pallotta.

Ecco cosa trovate scritto sul sito ufficale della Roma:

L’AS Roma è lieta di annunciare che Luciano Spalletti ha assunto l’incarico di nuovo responsabile tecnico dell’AS Roma.

L’allenatore italiano, arrivato nella giornata di oggi a Trigoria, ha già preso la guida della squadra in vista del prossimo impegno di Serie A contro il Verona, che si terrà domenica allo Stadio Olimpico.

Questa è la seconda esperienza di Spalletti in giallorosso, dopo i quattro anni passati nella Capitale dal 2005 al 2009. Oltre ad aver vinto due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana, il tecnico toscano a febbraio 2006 stabilì il record momentaneo di 11 vittorie consecutive e per i risultati conseguiti venne eletto allenatore italiano dell’anno.

Spalletti ha iniziato la carriera di allenatore all’Empoli, portando la squadra toscana dalla Serie C alla Serie A.

Tra le altre esperienze, ha guidato l’Udinese al quarto posto e alla qualificazione in Champions League.

Dopo aver lasciato la Roma, Spalletti ha allenato lo Zenit di San Pietroburgo dal dicembre 2009 al marzo 2014, vincendo due campionati di Russia, una coppa nazionale e una Supercoppa.

Queste le prime parole del nuovo tecnico della Roma: “Sono emozionato perché conosco il valore di questa città, di questa Società e di questa squadra: lavorare con gente di valore mi entusiasma”.

“Siamo estremamente felici di dare il nostro bentornato alla Roma a Luciano Spalletti”, ha dichiarato il presidente James Pallotta. “È un allenatore vincente, che ha collezionato una lunga serie di successi. Non vediamo l’ora di lavorare insieme per portare la Roma dove riteniamo meriti di stare”.

“In questa stagione ci sono ancora tante partite da giocare, sia in Italia sia in Europa”, ha dichiarato il CEO Italo Zanzi. “L’arrivo di Luciano Spalletti non fa altro che aumentare la fiducia che già nutriamo nella nostra squadra”.

Se volete leggere il comunicato sul sito ufficiale della Roma lo trovate qui: Link

Luciano Spalletti torna alla guida della Roma e i tifosi sembrano entusiasti, ma in molti ricinoscono comunque l’ottimo lavoro svolto dal precedente allenatore Rudi Garcia.

Red

AS Roma

Sorteggi ottavi di Champions League

Sorteggi ottavi di Champions League: la Juve trova il Bayern, la Roma il Real Madrid

Champions League

E’ andata malissimo alle italiane, in particolare alla Juventus che trova sulla sua strada il Bayern Monaco, assieme al Barcellona proprio quella che non volevano pescare nell’urna, essendo le due squadre più forti ed attrezzate d’Europa. Alla Roma va male ma un po’ meglio pescando nell’urna di Nyon Il Real Madrid.

La Juventus affronterà in casa il Bayern Monaco nell’andata degli ottavi di finale di Champions martedì 23 febbraio, secondo quanto stabilito dal sorteggio di Nyon. Il ritorno e’ previsto mercoledì 16 marzo.
Per la Roma, accoppiata col Real Madrid, andata all’Olimpico mercoledì 17 febbraio, il ritorno al Bernabeu martedì 8 marzo.

Pavel Nedved, vicepresidente della Juventus, ha commentato così il sorteggio proibitivo:

Non è una sfida impossibie, nel calcio non si sa mai. Già il girone era difficilissimo, ma la squadra è stata brava a superarlo senza difficoltà giocandosi il primo posto fino alla fine. Pensavo in un sorteggio più fortunato, ma non è stato così e vuol dire che dobbiamo soffrire.

Mario Mandžukić Bayern Monaco

La Juventus incontra di nuovo lo squadrone bavarese dopo quarti di finale della Champions 2013, quando in panchina, per i bianconeri, c’era Antonio Conte e il Bayern si avviava al Triplete con Jupp Heynckes. Il Bayern Monaco aveva vinto all’andata ed al ritorno per 2-0, a segno era andato anche il bomber croato Mario Mandžukić neoacquisto della Juventus.

Questi gli altri accoppiamenti a sorteggio terminato:

GENT – WOLFSBURG

ROMA – REAL MADRID

PARIS SAINT-GERMAIN – CHELSEA

ARSENAL – BARCELLONA

JUVENTUS – BAYERN MONACO

PSV EINDHOVEN – ATLETICO MADRID

BENFICA – ZENITH SAN PIETROBURGO

DINAMO KIEV – MANCHESTER CITY

Red

Miralem Pjanić Roma

Roma agli ottavi tra i fischi

Roma agli ottavi tra i fischi

Roma agli ottavi tra i fischi Champions League

La Roma si è qualificata agli ottavi di finale di Champions League pareggiando 0-0 all’Olimpico contro il Bate Borisov. Un risultato positivo solo grazie alle parate di Wojciech Szczęsny, una prestazione che ancora una volta non è piaciuta ai pochi tifosi presenti allo stadio, che hanno fischiato la squadra di Rudi Garcia.
Nell’altra partita del girone, Bayer Leverkusen e Barcellona hanno pareggiato 1-1, un risultato che consente ai tedeschi di partecipare all’Europa League, mentre il Bate Borisov è stato eliminato.

Wolfsburg Manchester United 3-2 (8 Dicembre 2015)

Wolfsburg Manchester United 3-2: disatro Red Devils, che escono dalla Champions League

Wolfsburg Manchester United 3-2 8-12 iii

Wolfsburg – Manchester Utd finisce 3-2 e la squadra inglese viene clamorosamente eliminta dalla Champions League, quella tedesca invece vince partita e girone. Il Wolfsburg è una squdra davvero forte però il Manchester Utd doveva qualificarsi visti i 300 milioni di euro spesi in stagione e visto che la seconda a qualificarsi è stata il Psv Eindhoven, una buona squadra e basta. Gli inglesi nonostante i milioni spesi in campo sembrano figurine senza identità e senza un’idea precisa di gioco.

Wolfsburg Manchester United 3-2 8-12

I Red Devils partono bene perchè all’11’ Juan Manuel Mata vede il taglio di Anthony Martial e il francese fa centro in diagonale. Il vantaggio inglese però dura appena due minuti: su una punizione di Ricardo Rodríguez Naldo inventa un gran destro al volo e pareggia. Al 29′ c’è il sorpasso tedesco con con Vieirinha che finalizza una splendida azione personale di Julian Draxler che con facilità porta a spasso la difesa inglese. I due portieri David de Gea e Diego Benaglio fanno una serie di prodezze. Arriva poi arriva il 2-2 dei Red Devils con un colpo di testa di Marouane Fellaini deviato da Josuha Guilavogui, che permette a Van Gaal di tirare un sospiro di sollievo viste le buone notizie che arrivano dall’Olanda. Gli olandesi sono passati sotto con il Cska Mosca, dopo che un intervento scomposto di Andrés Guardado regala un rigore ai russi e Sergej Ignaševič trasforma. Pochi minuti dopo però al 78′ Luuk de Jong pareggia. Davy Pröpper poi quando mancano 5 minuti alla fine fa scoppiare la festa del Psv che vince 2-1
Intanto a Wolfsburg si è fatta dura per il Machester United perchè di testa Naldo fa il 3-2, gli inglesi salutano la Champions e gli resta l’Europa League.

Wolfsburg Manchester United 3-2 8-12 i

L’8 dicembre è una data che rimarrà impressa nella mente dei tifosi del Wolfsburg, che si qualifica per la prima volta agli ottavi di finale della Champions League.


Classifica finale del girone
:

Wolfsburg 12
Psv Eindhoven 10
Manchester United 8
Cska Mosca 4.

Wolfsburg Manchester United 3-2: highlights

Red

Wolfsburg Manchester United 3-2 8-12 ii

Karembeu porno attore mancato

Karembeu porno attore mancato

Karembeu porno attore mancato christian karembeu
Karembeu porno attore mancato. Christian Karembeu nella sua carriera ha vinto tutto quello che c’era da vincere, con la maglia del Real Madrid ha vinto due Champions League e una Coppa Intercontinentale, con la nazionale francese un campionato mondiale, un campionato europeo e una Confederations Cup. In Italia ha giocato nella Sampdoria dal ’95 al ‘97,

L’ex centrocampista francese ha rivelato in un intervista al quotidiano spagnolo Marca:

Sarei potuto diventare un medico o un porno-attore….Probabilmente l’avrei fatto se non fossi diventato un calciatore di successo…

A Christian Karembeu però in ogni caso le belle donne non sono mai mancate: negli Anni 90 finì sulle copertine di tutto il mondo per il matrimonio con la bellissima modella slovacca Adriana Sklenaríkova.