Tentativo di screditare il presidente Putin

Tentativo di screditare il presidente Putin

Tentativo di screditare il presidente Putin in vista delle elezioni di settembre

Tentativo di screditare il presidente Putin PUTIN OBAMA

Tentativo di screditare il presidente Putin, che si sta oppenedo agli interessi occidentali in politica estera. Sta inoltre aspramente combattendo l’Is

Tentativo di screditare il presidente Putin. Il Cremlino ha accusato non meglio precisati governi stranieri, organizzazioni non governative e media di cercare di danneggiare la reputazione del presidente Vadimir Putin e dirottare le imminenti elezioni.

Come ha dichiarato il portavoce di Vladimir Putin Dmitri Peskov su RT:

Alcune organizzazioni pubbliche, organizzazioni non governative, servizi di sicurezza di paesi stranieri e certi media si sono uniti alla campagna elettorale nel nostro paese prima dell’inizio della stessa: Continuano attivamente a tentare d’influenzare il nostro paese, continuano ad attraccare nel nostro paese, il loro obiettivo è screditare il presidente Putin.

A settembre infatti ci sono le elezioni parlamentari in Russia e si teme che nemici stranieri influenzino le elezioni parlamentari. Per questo le forza di sicurezza russe staranno all’erta per evitare possibili tentativi di influenzare le elezioni. La Russia è ritornata con il presidente Vladimir Putin ad essere un soggetto politico di grande importanza nello scacchiere mondiale perchè tutte le decisioni politiche in medio oriente passano dal consenso di Mosca.

Red

Putin, spero non serva arma nucleare

Putin, spero non serva arma nucleare

Putin, spero non serva arma nucleare putin ukraine

I missili Kalibr e i razzi da crociera A-101 possono essere armati sia con testate convenzionali sia con testate speciali, cioè quelle nucleari. Certamente nulla di questo è necessario nella lotta ai terroristi, e spero che non sarà mai necessario.

Questo è quanto affermato martedì sera dal leader del Cremlino Vladimir Putin in uno scambio di battute con il ministro della Difesa russo, Serghiei Shoigu sull’operazione militare in Siria.

La Russia ha lanciato martedì sera un attacco missilistico contro obiettivi dell’Isis in Siria utilizzando per la prima volta un sottomarino che si trovava nel Mediterraneo. Lo ha reso noto il ministro della Difesa, come si apprende da Russia Today.

Missili cruise 3M-54 Kalibr sono stati lanciati dal sottomarino Rostov-on-Don, ha specificato il ministro. Missili simili erano stati lanciati da altre navi da guerra russe nel Mediterraneo e nel Caspio, il mese scorso. I russi hanno schierato nel Mediterraneo almeno cinque sottomarini: due Varshavyanka, il Novorossiysk ed il Rostov-on-Don, due classe Akula in ruolo Hunter Killer e L’Alrosa, battello classe Kilo entrato in servizio nel 1990. I classe Varshavyanka sono sottomarini progettati per non essere rilevati una volta immersi, un’arma micidiale per i nemici, sintomo che la Russia si sta riarmando in maniera massiccia e con armi altamente tecnologiche.

Red

Putin, spero non serva arma nucleare Putin Russian army Armenia