Max Casacci suona i tram di Torino

Max Casacci suona i tram di Torino

Max Casacci suona i tram di Torino e crea una nuova sonorità: “Oggi ho capito come suonare un Tram, volevo mostrarvelo”

Max Casacci suona i tram di Torino

Max Casacci suona i tram di Torino, un nuovo progetto sperimentale molto interessante

Max Casacci suona i tram di Torino. Non solo . Max Casacci, chitarrista e fondatore dei Subsonica la famosa band torinese ha sempre amato sperimentare nuove sonorità. Il 26 gennaio scorso il musicista ha pubblicato sulla sua pagina Facebook un video intitolato Max Casacci in Studio Andromeda, suona un Tram, in cui spiega la sua nuova iniziativa. Il video è accompagnato dal posto “Oggi ho capito come suonare un Tram, volevo mostrarvelo”

C-Max infatti ha registrato i suoni prodotti in un deposito del Gruppo torinesi trasporti e ora li sta trasformando in musica tramite una serie di apparecchiature come spiegato da lui ad un fan. Ha utilizzato uno zoom digitale stereo e un Nagra analogico mono, 1/4 di pollice con mic MD21 Sennheiser.

Ecco il video di cui vi stavamo parlando: Max Casacci in Studio Andromeda, suona un Tram

Red

Trasporto pubblico torinese, un possibile cambiamento

Trasporto pubblico torinese, un possibile cambiamento

Trasporto pubblico torinese, un possibile cambiamento verso una mobilità sostenibile dal punto di vista ambientale

Trasporto pubblico torinese, un possibile cambiamento Tram torino linea 4

Trasporto pubblico torinese, come può cambiare e diventare più pulito ed efficiente

Trasporto pubblico torinese, un possibile cambiamento. A Torino si è aperto da più di un anno il dibattito sulla costruzione di una seconda linea di metropolitana, il tracciato è stato deciso in linea di massima, ma ciò che manca sono i soldi per costruirla, nonostante più dichiarazioni pubbliche ottimistiche riguardo all’esito positivo.

Torino è una delle città più inquinate d’Italia, con un Pm10 costantemente alle stelle, per via della sua collocazione geografica chiusa fra le Alpi Occidentali e riparata dai venti che si verificano poche volte all’anno in impetuose folate di fhon. Si potrebbe risolvere in parte il problema dell’inquinamento con trasporti più puliti, ed in questo senso la linea due della metropolitana sarebbe un toccasana. Ci sarebbe però una via alternativa, che bonificherebbe l’aria che respiriamo in maniera più consistente e soprattutto rivoluzionerebbe il trasporto pubblico torinese: dirottare i soldi della metropolitana sulla costruzione di nuove linee tramviarie. Molte città europee si sono dotate di tramvie efficienti in linea protetta, Torino con la sua vasta rete di binari è tra le città più all’avanguardia in Italia.

Trasporto pubblico torinese, un possibile cambiamento Il ritorno del 13 tram è ufficiale GTT

La soluzione potrebbe essere ottenuta ripristinando totalmente la linea 10 in sede tramviaria, sostituendo la doppia gestione tram-bus e la linea 18, che era stata interrotta per la costruzione della metropolitana di Torino. Al ripristino delle vecchie linee soppresse dovrebbe essere aggiunta la costituzione di nuove linee, facciamo degli esempi:

  • sostituire la linea 2 su gomma con un tram in sede protetta
  • trasformare la linea 5, ora su autobus, in un tram in sede quasi totalmente protetta
  • sostituite con un tram la linea 57, ora su autobus
  • portare la linea 72 in sede tramviaria, modificando in parte il percorso

Ovviamente l’introduzione di queste nuove linee tramviarie non sarebbe alternativa alla costruzione di una nuova linea della metropolitana, ma probabilmente mancherebbero i soldi.

RedTrasporto pubblico torinese, un possibile cambiamento Linea 10 tram città di torino

Iniziativa Gtt per i 10 anni della Metro

Iniziativa Gtt per i 10 anni della Metro

Il 7 febbraio ci sarà un’iniziativa Gtt per i 10 anni di Metro

Iniziativa gtt per i 10 anni della metroIniziativa Gtt per i 10 anni della Metro e per ricordare le olimpiadi di Torino 2006

Iniziativa Gtt per i 10 anni della Metro. Locandina appena apparsa sulla pagina Facebook della Gtt in cui viene annunciata questa importante iniziativa per festeggiare i 10 anni della Metro e delle Olimpiadi invernali di Torino 2006, che hanno per sempre cambiato in positivo la nostra città.

Sulla locandina c’è scitto che i festeggiamenti saranno anche sul tram 13, da un mese ritornato tram dopo la gestione con autobus durata due anni. Curiosamente i festeggiamenti saranno sul 13 che di domenica ha una gestione tramite autobus, ma per l’occasione sarà tram. Ci chiediamo, ma non potrebbe essere tram anche tutte le altre domeniche?

A breve Gtt pubblicherà il programma completo della manifestazione e ha già annunciato che per tutta la giornata sarà possibile viaggiare con un solo biglietto di corsa semplice da € 1,50 sull’intera rete urbana e suburbana.

Red

Il 10 potrebbe ritornare tram?

Il 10 potrebbe ritornare tram?

Il 10 potrebbe ritornare tram su tutta la linea? Ad oggi vi è la doppia gestione tram-bus

Il 10 potrebbe ritornare tram? Linea 10 tram città di torino

Da quanto si legge in un messaggio del consigliere comunale Bertola il 10 potrebbe ritornare tram su tutta la linea in futuro (forse in autunno)

Il 10 potrebbe ritornare tram?. Da quanto scritto oggi sulla propria pagina Facebook dal consigliere del MoVimento 5 Stelle Vittorio Bertola, il 10 potrebbe ritornare tram su tutta la linea. La cosa sembrava quasi utopistica visti i tempi che corrono: Torino in passato aveva un’ottima rete tranviaria e poi alcune linee sono state soppresse.

Le uniche linee tranviarie a pieno regine sono le linee 3, 4, 6, 9, 10 (a metà) 13 (da poco ripristinata), 15 e 16.

La linea 13 è ritornata tram da una settimana, ritornando ad essere efficiente una linea fondamentale della città.

La linea 10 ad oggi è troncata perchè è tram da Torino sud a piazza XVIII Dicembre (anche se il capolinea effettivo è piazza Statuto), poi prosegue con un bus navetta fino a Torino nord, l’altra vecchia linea tramviaria è la 18 che è diventata una linea bus quando erano iniziati i lavori della metropolitana, che ora ad eccezione dell’ultimo tratto, fino al Lingotto sono terminati.

Ma ora veniamo al post in questione di Vittorio Bertola, che fa pensare che il 10 potrebbe ritornare tram:

In commissione ci hanno relazionato sul ritorno del tram sulla linea 13, un altro passo avanti nell’inversione di una tendenza alla progressiva riduzione dei tram che andava avanti da quindici anni e che io ho combattuto attivamente per tutto il mandato: un altro dei cambiamenti che siamo riusciti ad ottenere. Adesso si parla apertamente di ritorno del 10 tram fino a Borgo Vittoria già dall’autunno, se da Roma concederanno la possibilità di utilizzare i ribassi di gara della copertura del passante per ricostruire i binari in piazza Baldissera; la flotta attuale (55 tram serie 6000, 53 serie 5000 e 87 serie 2800) sarebbe sufficiente anche se al limite.
Per ulteriori sviluppi invece bisogna che Regione e Governo si mettano una mano sul cuore e un’altra sul portafoglio e sgancino minimo una quarantina di milioni di euro per poter fare un acquisto significativo di nuovi tram.

Red

Il 10 potrebbe ritornare tram? Tram torino linea 4

LA LINEA 13 TORNA TRAM

LA LINEA 13 TORNA TRAM

LA LINEA 13 TORNA TRAM – IL GRANDE GIORNO È ARRIVATO

LA LINEA 13 TORNA TRAM Tram 13 Gtt TorinoLA LINEA 13 TORNA TRAM SUL PERCORSO STORICO

La linea 13 torna tram. Riportiamo integralmente il messaggio apparso sulla pagina Facebook dell’Assessore Viabilità e Trasporti del Comune di Torino, Claudio Lubatti

LA LINEA 13 TORNA TRAM – IL GRANDE GIORNO È ARRIVATO

Dopo mesi di lavoro abbiamo raggiunto un importante obiettivo, riportando la linea 13 ad essere tram. Ci sarebbero molte cose da raccontare, volendo anche le difficoltà incontrate e gli sforzi fatti dai vari soggetti protagonisti della vicenda per arrivare fino a qui.

Ma oggi voglio impegnare queste poche righe per ringraziare i cittadini che hanno scelto di accompagnarci in questa sfida del ritorno del 13 tram: i tanti, tantissimi torinesi che con i loro suggerimenti costruttivi ci hanno dato visioni e consigli utili, perché originati dall’esperienza quotidiana. A questo piccolo/grande gruppo di nuovi amici, il mio Grazie.

Non nascondo, inoltre, che questo ritorno è fondamentale anche nell’ottica degli interventi strutturali che la Città sta sviluppando per contrastare l’inquinamento: quindi doppiamente importante.

Oggi sarò a bordo dei mezzi per chiacchierare un po’ con passeggeri e residenti e capire quali correzioni apportare alle soluzioni trovate, in attesa di festeggiare tutti insieme il giorno 19 gennaio In Piazza Campanella.

Vi aspetto.

Questa è una decisione molto importante per la città di Torino e ci sentiamo di congratularci con le autorità amministrative. Un quartiere come Parella ha sofferto per due anni la sostituzione del tram con un bus poco capiente e con continue vibrazioni, tante persone avevano addirittura rinunciato a prendere i mezzi pubblici. I bus meno capienti dei tram erano costantemente sovraffollati e nelle ore di punta era un’impresa salirci sopra.

LA LINEA 13 TORNA TRAM. La pagina ufficiale dell’assessore: Claudio Lubatti – Assessore Viabilità e Trasporti del Comune di Torino

Red

Il percorso del tram 13

Il percorso del tram 13

Il percorso del tram 13: dal 7 gennaio tornerà a circolare nei giorni feriali

Il percorso del tram 13 Tram 13 percorso
Finalmente la linea 13 non sarà più sovraffollata a causa di bus con spazi ridotti

Il percorso del tram 13. Da quando il tram era stato sostituito con un bus, e quindi con un mezzo meno capiente, sia era creato un grave problema di sovraffollamento sulla tratta e giustamente i passaggeri della linea 13 hanno cominciato a lamentarsi: nelle ore di punta era quasi impossibile salirci.

Chi poteva ha rinunciato a prendere i mezzi pubblici, ma chi non poteva farne a meno ha dovuto accontentarsi del disagio. Nel corso degli anni è stato anche ridotto il passaggio dei mezzi a causa dei tagli ed alcune linee come la 13 diventano ingestibili se non con mezzi capienti su rotaia.

Questo migliorerà anche la qualità dell’aria che fino a qualche giorno fa, prima dell’arrivo delle tanto sospirate piogge, era quasi irrespirabile a causa della cappa di smog che asfissiava Torino.

Se volete conoscere il modo dettagliato il percorso del tram 13 lo trovate sito GTT:

Da giovedì 7 gennaio 2016, nei giorni feriali, sarà attuata la gestione tranviaria della linea 13 da piazza Gran Madre a piazza Campanella e istituita una navetta bus per collegare piazza Campanella con via Servais.

La linea 13 sarà gestita con motrici tranviarie sul percorso:

direzione piazza Campanella: piazza Gran Madre, ponte Vittorio Emanuele I, piazza Vittorio Veneto, via Po, piazza Castello, via Pietro Micca, via Cernaia, piazza XVIII, corso San Martino, piazza Statuto (corsia riservata fronte via Cibrario), via Cibrario, corso Tassoni, via Nicola Fabrizi, via Nicomede Bianchi, piazza Campanella;
direzione piazza Gran Madre: piazza Campanella, via Nicomede Bianchi, via Nicola Fabrizi, corso Tassoni, via Cibrario, piazza Statuto, corso San Martino, piazza XVIII Dicembre, via Cernaia, via Pietro Micca, piazza Castello, via Po, piazza Vittorio Veneto, ponte Vittorio Emanuele I, piazza Gran Madre.

La linea 13 navetta sarà istituita sul seguente nuovo percorso circolare:

via Servais (capolinea dopo via Bianco), inversione di marcia all’altezza di corso Sacco e Vanzetti, via Servais, piazza Campanella, inversione di marcia all’altezza di via Nicomede Bianchi, piazza Campanella, via Servais, capolinea;

inoltre, in servizio serale la linea 13 sarà gestita sul seguente percorso prolungato:

direzione piazza Gran Madre: via Servais (capolinea dopo via Bianco), inversione di marcia all’altezza di corso Sacco e Vanzetti, via Servais, piazza Campanella, via Nicomede Bianchi, via Nicola Fabrizi, corso Tassoni, via Cibrario, piazza Statuto, corso San Martino, piazza XVIII Dicembre, via Cernaia, via Pietro Micca, piazza Castello, via Po, piazza Vittorio Veneto, ponte Vittorio Emanuele I, piazza Gran Madre;
direzione via Servais: piazza Gran Madre ponte Vittorio Emanuele I, piazza Vittorio Veneto, via Po, piazza Castello, via Pietro Micca, via Cernaia, piazza XVIII Dicembre, corso San Martino, piazza Statuto, via Cibrario, corso Tassoni, via Nicola Fabrizi, via Nicomede Bianchi, piazza Campanella, via Servais, capolinea.

La linea 13 nelle giornate festive sarà gestita con bus autosnodati adibiti all’utilizzo dell’utenza disabile, sul percorso attuale e più precisamente:

direzione piazza Gran Madre: via Servais (capolinea dopo via Bianco), inversione di marcia all’altezza di corso Sacco e Vanzetti, via Servais, piazza Campanella, via Nicomede Bianchi – via Nicola Fabrizi, corso Tassoni, via Cibrario, piazza Statuto, corso San Martino, piazza XVIII Dicembre, via Cernaia, via Pietro Micca, piazza Castello, via Po, piazza Vittorio Veneto, ponte Vittorio Emanuele I, piazza Gran Madre;
direzione via Servais: dal capolinea di piazza Gran Madre per ponte Vittorio Emanuele I, piazza Vittorio Veneto, via Po, piazza Castello, via Pietro Micca, via Cernaia, piazza XVIII Dicembre, corso San Martino, piazza Statuto (corsia riservata fronte via Cibrario), via Cibrario, corso Tassoni (carreggiata centrale), via Nicola Fabrizi, via Nicomede Bianchi, piazza Campanella, via Servais, capolinea.

Red

Il percorso del tram 13 Il ritorno del 13 tram è ufficiale GTT

Il ritorno del 13 tram è ufficiale

Il ritorno del 13 tram è ufficiale

Importante comunicazione sul sito Gtt

Il ritorno del 13 tram è ufficiale GTT

Dopo due anni finalmente il ritorno del 13 tram è ufficiale

Vi riportiamo interamente l’importante comunicazione sul sito GTT che testimonia che nella città di Torino il ritorno del 13 tram è ufficiale:

A partire da giovedì 7 gennaio 2016 la linea 13 nei giorni feriali sarà gestita con motrici tranviarie sul percorso:

  • direzione piazza Campanella: piazza Gran Madre, ponte Vittorio Emanuele I, piazza Vittorio Veneto, via Po, piazza Castello, via Pietro Micca, via Cernaia, piazza XVIII, corso San Martino, piazza Statuto (corsia riservata fronte via Cibrario), via Cibrario, corso Tassoni, via Nicola Fabrizi, via Nicomede Bianchi, piazza Campanella;
  • direzione piazza Gran Madre: piazza Campanella, via Nicomede Bianchi, via Nicola Fabrizi, corso Tassoni, via Cibrario, piazza Statuto, corso San Martino, piazza XVIII Dicembre, via Cernaia, via Pietro Micca, piazza Castello, via Po, piazza Vittorio Veneto, ponte Vittorio Emanuele I, piazza Gran Madre.

La linea 13 navetta sarà istituita tutti i giorni feriali sul seguente nuovo percorso circolare:

  • via Servais (capolinea dopo via Bianco), inversione di marcia all’altezza di corso Sacco e Vanzetti, via Servais, piazza Campanella, inversione di marcia all’altezza di via Nicomede Bianchi, piazza Campanella, via Servais, capolinea;

inoltre, in servizio serale la linea 13 sara’ gestita sul seguente percorso prolungato:

  • direzione piazza Gran Madre: via Servais (capolinea dopo via Bianco), inversione di marcia all’altezza di corso Sacco e Vanzetti, via Servais, piazza Campanella, via Nicomede Bianchi, via Nicola Fabrizi, corso Tassoni, via Cibrario, piazza Statuto, corso San Martino, piazza XVIII Dicembre, via Cernaia, via Pietro Micca, piazza Castello, via Po, piazza Vittorio Veneto, ponte Vittorio Emanuele I, piazza Gran Madre;
  • direzione via Servais: piazza Gran Madre ponte Vittorio Emanuele I, piazza Vittorio Veneto, via Po, piazza Castello, via Pietro Micca, via Cernaia, piazza XVIII Dicembre, corso San Martino, piazza Statuto, via Cibrario, corso Tassoni, via Nicola Fabrizi, via Nicomede Bianchi, piazza Campanella, via Servais, capolinea.

La LINEA 13 nelle giornate festive sarà gestita con bus autosnodati adibiti all’utilizzo dell’utenza disabile, sul percorso attuale e più precisamente:

  • direzione piazza Gran Madre: via Servais (capolinea dopo via Bianco), inversione di marcia all’altezza di corso Sacco e Vanzetti, via Servais, piazza Campanella, via Nicomede Bianchi – via Nicola Fabrizi, corso Tassoni, via Cibrario, piazza Statuto, corso San Martino, piazza XVIII Dicembre, via Cernaia, via Pietro Micca, piazza Castello, via Po, piazza Vittorio Veneto, ponte Vittorio Emanuele I, piazza Gran Madre;
  • direzione via Servais: dal capolinea di piazza Gran Madre per ponte Vittorio Emanuele I, piazza Vittorio Veneto, via Po, piazza Castello, via Pietro Micca, via Cernaia, piazza XVIII Dicembre, corso San Martino, piazza Statuto (corsia riservata fronte via Cibrario), via Cibrario, corso Tassoni (carreggiata centrale), via Nicola Fabrizi, via Nicomede Bianchi, piazza Campanella, via Servais, capolinea.

Delibera Agenzia Della Mobilità Piemontese

Delibera Agenzia Della Mobilità Piemontese

Delibera Agenzia Della Mobilità Piemontese di cui riportiamo un estratto relativo alla gestione tranviaria

Delibera Agenzia Della Mobilità Piemontese gtt tram 15

Delibera Agenzia Della Mobilità Piemontese del 22 dicembre 2015

Estratto interessante della Delibera Agenzia Della Mobilità Piemontese relativo alla citta di Torino:

il Direttore dell’Area Pianificazione e Controllo Ing. Cesare Paonessa, nell’ambito della
propria competenza1, determina di autorizzare la Società “Gruppo Torinese Trasporti”
(GTT), concessionaria del Contratto di Servizio per il TPL urbano e suburbano
nell’Area Metropolitana di Torino2:
1. ai sensi dell’art.4 del D.P.R. 753/80, all’espletamento del pubblico esercizio con le
motrici aziendali serie 5000 sulla tratta “Piazza Gran Madre di Dio – Piazza
Campanella” del percorso della Linea 13, come da nulla-osta tecnico ai fini della
sicurezza rilasciato ai sensi del medesimo articolo dall’USTIF per il Piemonte, la
Valle d’Aosta e la Liguria con nota prot. n.2484 del 15/12/2015 (allegata in copia al
presente provvedimento per costituirne parte integrate e sostanziale);
2. a ripristinare l’esercizio tranviario della Linea 13 lungo la tratta “Piazza Gran Madre
di Dio – Piazza Campanella” modificando conseguentemente i Programmi di
Esercizio come di seguito indicato a far data da giovedì 7 gennaio 2016, al fine di
adeguare progressivamente il valore della produzione erogata alle ridotte risorse
diponibili:
A. Linea tranviaria 13: ripristino della gestione tranviaria sul percorso della Linea
13 automobilistica limitatamente alla tratta “Piazza Gran Madre di Dio – Piazza
Campanella”, con l’impiego di motrici serie GTT 2800 e 5000, nei giorni feriali
dal lunedì al sabato da inizio Servizio alle ore 21 circa, sul percorso e secondo i
Programmi di Esercizio allegati al presente documento per costituirne parte
integrante e sostanziale, a condizione che nei tempi tecnici necessari (e
comunque non oltre il 31/01/2016):
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate di sabato invernale sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 16.00-19.00 delle medesime giornate;
B. Linea automobilistica 13N: nuova istituzione sul percorso della Linea 13
automobilistica limitatamente alla tratta “Piazza Campanella – Via Servais”, con
l’impiego di autobus aventi lunghezza pari a 12 metri4, nei giorni feriali dal
lunedì al sabato dalle ore 21 circa a fine servizio, sul percorso e secondo i
Programmi di Esercizio allegati al presente documento per costituirne parte
integrante e sostanziale, a condizione che nei tempi tecnici necessari (e
comunque non oltre il 31/01/2016):
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.30 delle
giornate di sabato invernale sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 16.00-19.00 delle medesime giornate;
C. Linea automobilistica 13: gestione con autobus aventi lunghezza pari a 12
metri nei giorni feriali dal lunedì al sabato dalle ore 21 circa a fine servizio e con
autobus aventi lunghezza pari a 18 metri5 nei giorni Festivi e nelle tre settimane
di massima riduzione del servizio previste nel mese di agosto (adeguando
opportunamente gli orari all’effettiva domanda), lungo l’intera tratta “Piazza
Gran Madre di Dio – Via Servais” secondo i Programmi di Esercizio allegati al
presente documento per costituirne parte integrante e sostanziale;
D. Linea tranviaria 3: adozione dei Programmi di Esercizio allegati al presente
documento per costituirne parte integrante e sostanziale, a condizione che nei
tempi tecnici necessari (e comunque non oltre il 31/01/2016):
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate lun-ven invernali sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 12.00-19.00 delle medesime giornate;
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate di sabato invernale sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 12.00-19.00 delle medesime giornate;
E. Linea tranviaria 9: adozione dei Programmi di Esercizio allegati al presente
documento per costituirne parte integrante e sostanziale, a condizione che nei
tempi tecnici necessari (e comunque non oltre il 31/01/2016):
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate lun-ven invernali sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 16.00-19.00 delle medesime giornate;
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 20.00-21.00 delle
giornate di sabato feriale sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 19.00-20.00 delle medesime giornate;
· l’orario di inizio servizio nelle giornate di sabato feriale sia lo stesso previsto
dal lunedì al venerdì (ore 05.00);
F. Linea tranviaria 10: adozione dei Programmi di Esercizio allegati al presente
documento per costituirne parte integrante e sostanziale, a condizione che nei
tempi tecnici necessari (e comunque non oltre il 31/01/2016):
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate lun-ven invernali sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 16.00-19.00 delle medesime giornate;
G. Linea tranviaria 15: adozione dei Programmi di Esercizio allegati al presente
documento per costituirne parte integrante e sostanziale, a condizione che nei
tempi tecnici necessari (e comunque non oltre il 31/01/2016):
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate lun-ven invernali sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 16.00-19.00 delle medesime giornate;
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate di sabato invernale sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 15.00-19.00 delle medesime giornate;
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 14.00-20.00 delle
giornate Festive sia portato a un valore non inferiore a 12 minuti;
H. Linee tranviarie 16D e 16S: adozione dei Programmi di Esercizio allegati al
presente documento per costituirne parte integrante e sostanziale, a condizione
che nei tempi tecnici necessari (e comunque non oltre il 31/01/2016):
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate di sabato invernale sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 15.00-19.00 delle medesime giornate;
I. Linea tranviaria 6: sospensione del servizio nelle tre settimane centrali del
mese di agosto e nelle giornate del 1° maggio (Fest a dei Lavoratori) e del 25
dicembre (S. Natale);
J. Linea tranviaria 4: adozione dei Programmi di Esercizio allegati al presente
documento per costituirne parte integrante e sostanziale, a condizione che nei
tempi tecnici necessari (e comunque non oltre il 31/01/2016):
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria da inizio servizio
alle ore 06.00 delle giornate lun-sab invernali sia portato a un valore non
inferiore a 15 minuti;
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 06.00-07.00 delle
giornate lun-sab invernali sia portato a un valore non inferiore a 10 minuti;
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate lun-sab invernali sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 16.00-19.00 delle medesime giornate;
K. Linee automobilistiche 2, 12, 18, 33, 42, 49, 58B, 60, 63B e 64: adozione dei
Programmi di Esercizio allegati al presente documento per costituirne parte
integrante e sostanziale, a condizione che nei tempi tecnici necessari (e
comunque non oltre il 31/01/2016) siano adeguati a quanto già richiesto per la
predisposizione del PPdS 20167:
· l’intervallo programmato dei passaggi nella fascia oraria 19.00-20.00 delle
giornate lun-sab invernali sia portato a un valore non inferiore a quello
programmato per la fascia oraria 16.00-19.00 delle medesime giornate;
L. adozione nella prima settimana del mese di agosto di un profilo stagionale della
Rete di Trasporto urbana e suburbana analogo a quello già programmato per le
successive due settimane.
L’adozione del presente provvedimento comporta una riduzione degli oneri a carico
dell’Agenzia a fronte del Contratto in oggetto8; lo stesso pertanto non configura
riconoscimento di natura economica e non assume rilevanza contabile.
E’ fatto obbligo alla Società Concessionaria di provvedere a un’adeguata ed efficace
informazione alla clientela del presente provvedimento.
Sono fatti salvi eventuali ulteriori adempimenti regolamentari e legislativi che esulano
dalla competenza di questa Agenzia.

Abbondanti nevicate solo in foto

Abbondanti nevicate solo in foto

Abbondanti nevicate solo in foto anticiclone

Abbondanti nevicate solo in foto. Se siete degli amanti della neve dovete sapere che per ora la neve in Italia la vedrete solo in foto. Per vederla probabilmente vi dovrete trasferire in Groenlandia perchè tutta l’Europa è sotto un vasto campo di alta pressione ben strutturato che si estende dalle Azzorre ai Balcani. In alcune aree come il nord ovest poi la situazione resta bloccata e sono più di quaranta giorni che in pianura non vi sono precipitazioni. La situazione dal punto di vista dell’inquinamento è tragica, nebbie spesso persistenti e Pm2.5 oltre i livelli di guardia. La città di Torino ha messo addirittura in accordo con la GTT per due giorni i servizi pubblici gratis per ridurre il trasporto pubblico privato.