Citazione in tribunale al Movimento 5 Stelle

Citazione in tribunale al Movimento 5 Stelle

Citazione in tribunale al Movimento 5 Stelle per le comunarie di Roma

Citazione in tribunale al Movimento 5 Stelle

Citazione in tribunale al Movimento 5 Stelle, anche Napoli alcuni candidati chiedono chiarezza

Citazione in tribunale al Movimento 5 Stelle. Tre attivisti del MoVimento 5 Stelle esclusi dalle consultazioni per il Campidoglio ed espulsi dal Movimento, hanno citato in Tribunale Beppe Grillo in quanto rappresentante di M5S chiedendo di essere riammessi nel Movimento e di annullare le Comunarie di Roma. I tre attivisti che hanno deciso di seguire le vie legali contro la loro espulsione dal M5S e l’esclusione dalla corsa a sindaco di Roma sono Paolo Palleschi, Roberto Motta e Antonio Caracciolo. quest’ultimo è il ricercatore della Sapienza che era stato escluso per le sue dichiarazioni “non in linea con il MoVimento 5 Stelle”.

Paolo Palleschi che ha dimestichezza con la legge, perchè oltre ad essere attivista è anche avvocato, ha dichiarato:

Questa mattina abbiamo iscritto al tribunale civile di Roma una causa contro il Movimento 5 Stelle rappresentato nella persona di Beppe Grillo. E abbiamo chiesto la dichiarazione di nullità delle espulsioni dal Movimento. Abbiamo chiesto che il giudice ordini a Grillo la riammissione degli esclusi e quindi la possibilità di ripetere le Comunarie.

I 5 stelle si sono difesi dichiarando:

E’ curioso che il promotore dell’iniziativa sia chi fino allo scorso anno era pubblicamente vicino ad altri partiti. Sembra più che altro una ricerca di visibilità strumentale. Ma a noi queste cose non ci preoccupano, bensì ci preoccupiamo per Roma. Continueremo ad andare avanti per la nostra strada con determinazione per cambiare il volto di una città che merita il proprio riscatto.

Sembra che la decisione possa arrivare entro un mese. Non sono sorti problemi per la correttezza delle Comunarie solo nella capitale, ma anche a Napoli, dove, secondo Adnkronos, un gruppo di esclusi M5S dovrebbe presentare a breve ricorso.

Red

Luigi De Magistris non andrà a Torino

Luigi De Magistris non andrà a Torino

Luigi De Magistris non andrà a Torino a seguire la squadra di Maurizio Sarri

Luigi De Magistris non andrà a Torino

Luigi De Magistris non andrà a Torino a seguire l’importante trasferta con la Juventus

Luigi De Magistris non andrà a Torino. Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris ha dichiarato che non andrà a Torino a seguire la squadra della sua città in trasferta nonostante l’invito del presidente partenopeo Aurelio De Laurentiis.

Il sindaco ha dichiarato infatti a Premium Sport:

Tiferò la squadra restando qui come i nostri tifosi. Spiace la chiusura del settore ospiti, era giusto far vivere anche ai tifosi del Napoli le emozioni di questa splendida sfida. In città ci sarà un coprifuoco. E’ il primo anno dopo l’addio di Maradona che la squadra si esprime alla grandissima e sabato sera saremo tutti incollati agli schermi. Dispiace per Carlo Conti e Sanremo, ma nessuno registrerà la partita”.

La partita potrebbe decidere il campionato, ma alla tifoseria napoletana non è stata concessa la possibilità di seguire la propia squadra in trasferta.

Red

Quagliarella alla Sampdoria

Quagliarella alla Sampdoria

Quagliarella alla Sampdoria Duro striscione contro Quagliarella

Quagliarella alla Sampdoria. Sul sito della Sampdoria si legge il seguente comunicato:

Il presidente Massimo Ferrero e tutta l’U.C. Sampdoria sono felici di dare il bentornato in blucerchiato a Fabio Quagliarella. I diritti sportivi dell’attaccante (nato a Castellammare di Stabia, Napoli, il 31 gennaio 1983) sono stati acquisiti a titolo temporaneo con obbligo di riscatto dal Torino F.C.

Fabio Quagliarella dopo essere stato completamente scaricato dai tifosi granata che non gli hanno perdonato il comportamento avuto nella partita di Napoli ha scelto di ripartire dalla Sampdoria, una delle tante sue ex squadre. Per uno scherzo del destino il suo debutto in maglia blucerchiata sarà proprio contro il Torino.

Red

Quagliarella alla Sampdoria Duro striscione contro Quagliarella 2

Sarri nel dopo partita

Maurizio Sarri nel dopo partita

Maurizio Sarri nel dopo partita Maurizio sarri

Maurizio Sarri nel dopo partita: “sono contento dei miei ragazzi”

Sarri nel dopo partita ai giornalisti che gli hanno fatto domande sul mercato ha risposto serenamente questo:

Bisognava prendere giocatori già pronti sul mercato? Non lo so, io sono contento dei giocatori che ho a disposizione. Le scelte le fa solo la società poi io devo far rendere i giocatori al massimo: sono contento di allenare questi ragazzi però è chiaro che alla lunga il fatturato pesa. Sono orgoglioso di questa rosa, è un gruppo in cui ci sono giocatori che hanno giocato nel Real Madrid che potevano avere un altro approccio nei miei confronti, invece sono stati molto disponibili e molto umili e mi hanno permesso di lavorare tranquillamente.

Il Napoli del resto ha battuto l’Empoli per 5-1 ed è primo in classifica con due punti in più della Juventus, le altre sono molto più staccate.

Red

Un provino per cercare razzisti ed omofobi

Un provino per cercare razzisti ed omofobi

Un provino per cercare razzisti ed omofobi: Ciao Darwin, a Torino casting per persone contro “stranieri” e “diritti gay”

Un provino per cercare razzisti ed omofobi ciao darwin

Un provino per cercare razzisti ed omofobi a Torino, l’annuncio sul sito della Film Commission

Un provino per cercare razzisti ed omofobi. Solo ieri si parlava degli insulti omofobi rivolti a Roberto Mancini da parte dell’allenatore del Napoli Maurizio Sarri ed oggi vi parliamo di una cosa ben più grave: un provino per cercare razzisti ed omofobi. A Torino sul sito istituzionale della Film Commission Torino Piemonte era comparsa la notizia dei casting per trovare “persone contrarie all’integrazione degli stranieri in Italia” e “persone contro i diritti delle unioni gay” che possano partecipare al programma “Ciao Darwin” condotto da Paolo Bonolis, su Canale 5.

Secondo l’annuncio pubblicato su internet, i provini sono avvenuti il 12 gennaio scorso negli studi della Film Commission, fondazione creata dal Comune di Torino e dalla Regione.

A lanciare l’allarme è stata l’assessore regionale del Piemonte delegato alle pari opportunità, Monica Cerutti:

Si tratta di un vero e proprio schiaffo al rispetto delle persone e dei diritti di tutti e tutte. È inaccettabile che in un momento come questo, durante il quale l’odio nei confronti del diverso è sempre maggiore, ci siano programmi televisivi che vogliono alimentare xenofobia e omofobia. I media devono assumersi la responsabilità che hanno sulle spalle.

La stampa si scalda per le dichiarazioni di un allenatore in un momento di ira e si mostra più fredda nel parlare di un programma televisivo che lancia una tale iniziativa, ma di che ci stupiamo? Siamo l’Italia.

Red

Un provino per cercare razzisti ed omofobi Ciao Darwin madre natura sexy

Duro striscione contro Quagliarella a Torino

Torino, duro striscione contro Quagliarella

Gli ultras prendono posizione: duro striscione contro Quagliarella per i fatti di Napoli

Duro striscione contro Quagliarella

Duro striscione contro Quagliarella, per le scuse dell’attaccante nei confronti dei suoi ex tifosi

Duro striscione contro Quagliarella. All’Epifania aveva segnato al Napoli, la sua ex squadra e non solo non aveva esultato, ma si era pure scusato per il gol con i tifosi partenopei. Giovedì, compresa la sciocchezza che aveva commesso, aveva scritto una lettera per scusarsi con i tifosi granata e spiegare il motivo di quel gesto, che non voleva essere una mancanza di rispetto per i colori granata.

Fabio Quagliarella credeva che il caso fosse concluso li, ma a quanto pare gli ultras del Torino non hanno accettato le scuse dell’attaccante stabiese e hanno esposto poco fa, nel pre-partita di Torino-Empoli due striscioni molto forti rivolti verso di lui, il primo con scritto: “Delle tue scuse ce ne freghiamo”, il secondo “adesso è ora che ci salutiamo”.

Red

Duro striscione contro Quagliarella 2

 

Real Madrid esonera Benitez

Real Madrid esonera Benitez

Real Madrid esonera Benitez, al suo posto c’è Zidane

Real Madrid esonera Benitez Rafa Benitez

Sono stati fatali il pari di Valencia e i cattivi rapporti con lo spogliatoio, sulla panchina dei Galácticos ha resistito appena cinque mesi.

Real Madrid esonera Benitez. Il Real Madrid dopo il pareggio con il Valencia ha deciso di esonerare Rafa Benitez, suo posto arriverà Zinedine Zidane, attuale allenatore del Castilla, la squadra B del Real.
Sono i media spagnoli ad anticipare l’imminente cambio di panchina che sarà ufficilizzato in serata. Questa decisione, che era nell’aria, è stata presa al termine di una riunione tenutasi al Bernabeu.
Benitez non è stato mai amato dai tifosi, a cui non piaceva il gioco espresso dal Real e i risultati non così soddisfacenti, né dalla stampa spagnola.

Sul web ed in particolare su Facebook spopolano i commenti per l’ex allenatore di Inter e Napoli:

L’importante era mangiarsi il panettone

In effetti Pecchia come vice allenatore del Real Madrid non si poteva proprio vedere

l’allenatore più sopravvalutato della storia..a liverpool ha vinto quella coppa grazie a un regalo del Milan,all’Inter è riuscito a perdere una supercoppa europea e uno scudetto con un super squadrone,tanto che Leonardo che non era manco allenatore fece molto meglio di lui,oltre che non andare d’accordo coi giocatori perchè presuntuoso,al Napoli idem,giocatori fuori ruolo e zero vittorie.. È giusto così..

Era considerato dai dirigenti del Real Madrid come il miglior allenatore di sempre.

Bye Bye Sancho Panza…a Napoli si giustificava dicendo di non avere a disposizione CR7 o Modric, scandaloso che abbia avuto tra le mani una panchina di prestigio come quella del Real Madrid.

Addio chances di passaggio del turno(erano già pochissime) per la Roma.

Secondo me lo avevano gia esonerato prima di Natale , ma Benitez ha chiesto una proroga per mangiare il pannettone

Non mancano le manisfestazioni di stima verso Carletto Ancelotti (che da luglio si godrà la panchina di una big europea come il Bayern Monaco), l’allenatore del Real prima di Benitez:

Io vorrei capire: come mai hanno esonerato Ancelotti? Certo che so forti questi!

certo che aver cacciato Ancelotti per prendere Benitez, è tutto un dire… mah….

Allenatore più sopravvalutato non esiste!!! Dopo mourinho, Ancelotti ti vai a prendere benitez? Io già dopo averlo visto mangiare una merendina di nascosto durante una partita lo avrei cacciato.

Red

Real Madrid esonera Benitez Zinedine Zidane

Attore di Un posto al sole arrestato a Napoli

Attore di Un posto al sole arrestato a Napoli

Attore di Un posto al sole arrestato a Napoli Polizia

Attore di Un posto al sole arrestato a Napoli. L’attore 24enne Daniele Vicorito era entrato nel cast di Un posto al sole come figurante, ma qualcosa poi è andato storto.

Ora l’attore è stato arrestato insieme ad un complice mentre spacciavano per le strade di Napoli. I due erano a bordo di uno scooter e, vedendo arrivare la Polizia, hanno cercato una inutile fuga tra le viuzze del centro storico del capoluogo campano. Dopo l’arresto sono stati condotti nel carcere di Poggioreale.

I due sono accusati in concorso tra loro, di detenzione e spaccio di stupefacenti.

Italia record europeo per morti dovute all’inquinamento

Italia record europeo per morti dovute all’inquinamento

Italia record europeo per morti dovute all'inquinamento Milano


Italia record europeo per morti dovute all’inquinamento
. Tra i Paesi dell’Unione europea è prorprio l’Italia quell che segna il record del numero di morti prematuri rispetto alla normale aspettativa di vita per l’inquinamento dell’aria.
Questa stima è stata fatta nel rapporto dell’Agenzia europea dell’ambiente (Aea): In Italia nel 2012 si sono registrati 84.400 decessi di questo tipo, su un totale di 491mila a livello Ue.

Tre sostanze sono sotto accusa per questo triste primato:

  • le micro polveri sottili (Pm2.5)
  • il biossido di azoto (NO2)
  • l’ozono, quello nei bassi strati dell’atmosfera (O3).

Proprio a micro polveri, biossido di azoto e ozonosono attribuite rispettivamente 59.500, 21.600 e 3.300 morti premature in Italia. Il primato di sostanze killer se lo aggiudicano le micropolveri sottili, che a livello comunitario provocano 403000 vittime ed analizzando i 40 Paesi europei considerati dallo studio 432000 vittime.
L’impatto stimato dell’esposizione al biossido di azoto e all’ozono invece è di circa 72mila e 16mila vittime precoci nei 28 Paesi Ue e di 75mila e 17mila per 40 Paesi europei.

L’area del nostro paese più interessata dal problema delle micro polveri si conferma quella della Pianura Padana, con Brescia, Monza, Milano e Torino, che oltrepassano il limite fissato a livello Ue di una concentrazione media annua di 25 microgrammi per metro cubo d’aria.
Se si considera la soglia ben più bassa raccomandata dall’Oms di 10 microgrammi per metro cubo, le citta italiane maggiormente interessate sono grandi città come Roma, Firenze, Napoli, Bologna e Cagliari.

Red

Italia record europeo per morti dovute all'inquinamento Torino

Napoli, Sarri: Higuain deve essere più cattivo

Napoli, Sarri: Higuain deve essere più cattivo. Domani cazziatone

Napoli, Sarri: Higuain deve essere più cattivo
Napoli, Sarri: Higuain deve essere più cattivo. Domani cazziatone. Ieri sera Maurizio Sarri era visibilmente raggiante dopo la vittoria per 2-1 contro l’Inter ai microfoni di Sky Sport:

Sono contento di aver dato una soddisfazione del genere a questo pubblico, ma domani si torna a lavorare. Non dobbiamo esaltarci. Fino al gol del 2-1 stavamo dominando la partita, poi siamo andati in ansia di risultato, sbagliando cose che di solito non sbagliamo. Penso che le ammonizioni siano tutte giuste sia quelle su Nagatomo che quella su Koulibaly.

Poi mister Sarri ha continuato:

Higuain deve diventare più cattivo se vuole non essere tra gli umani e diventare un marziano. Dipende tutto da lui. Scudetto? Con 32 punti non siamo ancora salvi. Di cosa stiamo parlando? Dobbiamo pensare alla prossima sfida contro il Bologna. La classifica non dobbiamo guardarla ma la squadra domani prenderà un ‘cazziatone’ per gli ultimi minuti. Il merito è del gruppo. Il mio unico merito è quello di essere risultato credibile.