Fiordaliso e il sesso

Fiordaliso e il sesso

Fiordaliso e il sesso: “Non faccio sesso da sei anni”

Fiordaliso e il sesso fiordaliso

Fiordaliso e il sesso: “non trombo più. La mia patatina è un cimitero”

Fiordaliso e il sesso. Mancano pochi giorni all’inizio de L’Isola dei Famosi sulle reti Mediaset. Tra i naufraghi nell’edizione 2016 c’è anche la cantante Fiordaliso. Il settimanale Chi ha intervistato la concorrente del reality che ha dichiarato senza mezzi termini

Sono single, non mi interessa. Non ho più libidine, istinto, voglia di fare sesso. Ho trovato la pace dei sensi e sto da dio. È la fase più bella della mia vita… Io a letto da sola sto da dio, posso fare le puzzette in libertà. E poi c’è Jo, il mio chihuahua che mi ama da sei anni: da quando c’è lui, non trombo più […] Ma lo vuole capire che quella parte della mia vita è morta? La mia patatina è un cimitero. E poi sull’Isola io vado a fare la Zia Fiorda con i piccoli Marco Carta, Mercedesz Schicchi e Jonas Berami. Mica cerco il toyboy […] Mi dispiacerebbe molto. Mi spiacerebbe se gli spettatori vedessero ‘spettacoli’ mai visti prima: non presto attenzione alla mia f*. Vado all’Isola per vincere e dare i soldi in beneficenza“.

Le auguriamo buona fortuna e speriamo nella sua vittoria, visto che vuole donare i soldi in beneficenza, anche se non ci esalta proprio l’idea di perdere 3 ore della nostra vita davanti ad un reality.

Red

Fiordaliso e il sesso fiordaliso 2

Sarri rischia un lungo stop

Sarri rischia un lungo stop

Maurizio Sarri rischia un lungo stop di 4 mesi per gli insulti a Mancini

Maurizio Sarri rischia un lungo stop

Maurizio Sarri rischia un lungo stop dopo Napoli-Inter

Sarri rischia un lungo stop dopo la lite con Roberto Mancini in cui, a detta dell’allenatore dell’Inter, avrebbe pronunciato frasi omofobe. Le norme della Figc puniscono un tesserato che compia atti simili con almeno 4 mesi di stop e questa squalifica andrebbe scontata anche in Europa League perché l’Uefa recepisce le sanzioni, ed in campionato. Domani il giudice sportivo Gianpaolo Tosel pronuncerà la sentenza: si va dal possibile stop per 3 o più giornate (nel caso valuti le frasi lesive e non discriminatorie) o anche maggiore nel caso vengano valutate come discriminatorie. Lo stesso Mancini, stando a quanto dichiarato da Sarri, potrebbe essere condannato per dichiarazioni lesive e non discriminatorie.

L’articolo 11 delle norme organizzative interne (Noif) prevede che:

costituisce comportamento discriminatorio, sanzionabile quale illecito disciplinare, ogni condotta che, direttamente o indirettamente, comporti offesa, denigrazione o insulto per motivi di razza, colore, religione, lingua, sesso, nazionalità, origine etnica, ovvero configuri propaganda ideologica vietata dalla legge o comunque inneggiante a comportamenti discriminatori. I dirigenti, i tesserati di società, i soci e non soci di cui all’art. 1 bis, comma 5 che commettono una violazione del comma 1 sono puniti con l’inibizione o la squalifica non inferiore a quattro mesi o, nei casi più gravi, anche con la sanzione prevista dalla lettera g) dell’art. 19, comma 1 (cioè il Daspo, n.d.r.), nonché, per il settore professionistico, con l’ammenda da € 15.000,00 ad € 30.000,00

Per la decisione del giudice sarà fondamentale il referto arbitrale: il direttore di gara Paolo Valeri di Roma non era presente al momento della lite, ma come si può vedere nelle immagini di Raisport il quarto uomo ha sentito tutto.

Maurizio Sarri non è nuovo a dichiarazioni di questo genere perchè il 25 marzo 2014, quando era ancora sulla panchina dell’Empoli che giocava in trasferta a Varese, dopo l’espulsione di Mario Rui l’allenatore si era infuriato e nel post partita aveva dichiarato:

Il calcio è diventato uno sport per froci. Abbiamo subito il doppio dei falli, ma abbiamo avuto più gialli noi. È uno sport di contatto e in Italia si fischia molto di più che in Inghilterra con interpretazione da omosessuali.

Il tecnico toscano si è difeso nel post partita ai microfoni Rai:

Non ce l’ho con Mancini, se mi è scappato qualcosa di troppo è a causa del nervosismo. Più che chiedere scusa non so che fare. Non volevo fare nessun tipo di discriminazione, rivolgo anche le mie scuse a tutti gli omosessuali. Ero semplicemente fuori di me per quel rosso a Mertens, che mi era sembrato davvero esagerato, e per l’entità del recupero.

La stampa invece che accanirsi contro i cori razzisti ed omofobi che si pronunciano ogni domenica negli stadi sembra voglia creare il mostro Sarri, quando in realtà l’allenatore del Napoli si è ritrovato catapultato in una realtà più grande di lui in brevissimo tempo, dai campetti di periferia, all’Empoli e poi ora sotto il Vesuvio: Nel frattempo però Sarri non è ancora riuscito ad abbandonare la sua toscanità che lo porta nei momenti di ira a dire parolacce o bestemmie. Premesso che una cosa del genere non lo giustifica in alcun modo nel caso abbia davvero pronunciato quelle frasi, gli allenatori più navigati e un po’ meno ingenui non pronunciano mai frasi simili, lui era abituato ad allenare in campi minori dove dichiarazioni del genere a differenza che sui campi di A non venivano manco udite.

L’omofobia è una cosa grave, ma attaccare una persona come sta accadendo sui media creando un caso non risolve nulla e soprattutto è poco coerente con ciò che accade in Italia tutti i giorni, dove frasi omofobe vengono pronunciate dai politici, cosa molto più grave di un allenatore di calcio oppure in televisione.

i tifosi del Napoli poi periodicamente in giro per l’Italia sono sempre oggetto di insulti a sfondo razzista, ma nessuno muove mai un dito e le stesse persone che si scandalizzano per le dichiarazioni di Sarri non prendono posizione. Perchè? A voi la risposta.

Red

napoli Sarri rischia un lungo stop

 

Julianne Moore sul sesso

Julianne Moore sul sesso

Julianne Moore sul sesso Julianne Moore

Julianne Moore sul sesso. Nei film capita spesso che ci siano delle scene di sesso a volte sono addirttura i momenti di maggior impatto nello spettatore della pellicola, basti pensare alla scena di Nove settimane e mezzo in cui Mickey Rourke strofina il ghiaccio sulla pancia di Kim Basinger.

In passato in un’intervista Julianne Moore sul sesso aveva detto questo:

Non si fa mai sesso nel modo in cui gli attori lo fanno nei film. Non lo fai sul pavimento, non lo fai in piedi e non sempre capita di togliersi tutti i vestiti, o di avere lingerie sexy. Sapete, se qualcuno si azzardasse a strapparmi i vestiti, lo ucciderei.

Non le si possono certo dare tutti i torni, al cinema si vedono scene di sesso diverse da ciò che accade ai comuni mortali e situazioni che non capitano tutti i giorni.

Red

Sesso non protetto con ragazzi per diffondere l’Hiv

Sesso non protetto con ragazzi per diffondere l’Hiv

Sesso non protetto con ragazzi per diffondere l’Hiv: ogni prestazione andava dai 20 ai 50 euro.

Sesso non protetto con ragazzi per diffondere l'Hiv Aids Hiv

Sesso non protetto con ragazzi per diffondere l’Hiv: gli incontri avvenivano in alcuni alberghi vicino a Montichiari

Sesso non protetto con ragazzi per diffondere l’Hiv. Una tragica storia che ci riporta alla mente ciò che aveva fatto Valentino T, il ragazzo che ha infettato con l’Hiv almeno 30 donne a Roma nel corso degli ultimi dieci anni. L’uomo faceva sesso non protetto con ragazzi per diffondere l’Hiv proprio come Valentino, per sete di vendetta nei confronti del mondo che era stato crudele con loro.

L’uomo, un 55enne che vive nel bresciano, avrebbe contratto il virus dell’Hiv tempo fa durante un rapporto occasionale e avrebbe maturato per il suo senso malsano di vendetta il piano: tramite annunci in chat erotiche, l’untore adescava le sue vittime e prometteva un compenso in denaro tra i 20 e i 50 euro, se facevano sesso non protetto con lui. Le vittime che adescava erano soprattutto minorenni e gli incontri avvenivano in un paio di hotel della zona vicina a Montichiari.

Ora gli inquirenti stanno esaminando il cellulare dell’uomo sieropositivo per verificare chiunque possa avere avuto rapporti sessuali con l’uomo e ad oggi sono stati rintracciati una decina dei ragazzi, che sono poi stati sottoposti alle dovute analisi per capire se siano stati o meno contagiati: ci voorà comunaque un po’ di tempo per essere certi che siano scampati al pericolo dell’AIDS.

L’uomo che ha senza tanti giri di parole ammesso di aver fatto sesso non protetto con decine di ragazzi con l’intenzione di contagiarli, per vendicarsi della malattia è stato arrestato per prostituzione minorile e tentate lesioni.

Red

Sesso non protetto con ragazzi per diffondere l'Hiv Polizia

Bumble

Bumble

Bumble, il rivale di Tinder sbarca su Android ed in Italia

bumble

Finalmente con Bumble si smuove qualcosa nelle app di incontri

Bumble. Tinder è una delle applicazioni più usate al mondo per incontrare persone nuove, sempre più persone anche in Italia si affidano allo smartphone per incontri con l’altro sesso. Tinder visto il successo come app di incontri dopo tutto non poteva credere di rimanere senza rivali a lungo. Bumble dopo un discreto successo su iOS (gli utenti sono cresciuti di mese in mese) è arrivato da poco anche su Android.

Il funzionamento di Bumble è in parte simile a quello di Tinder, perchè per utilizzare l’app dovrete infatti effettuare l’accesso con il vostro account di Facebook, e dopo questa semplice operazione potrete subito iniziare a scorrere i profili delle persone che si trovano all’interno del raggio chilometrico che avete deciso di impostare. Come su Tinder trascinando la foto verso sinistra non metterete il gradimento sul profilo di quella persona, mentre trascinandolo verso destra lo metterete e non vi resterà che aspettare se c’è anche il suo gradimento.

Se anche l’altra persona gradirà il vostro profilo trascinado la vostra foto verso destra vi connetterete, ma a differenza di Tinder solo la donna potrà iniziare la conversazione entro le successive 24 ore. In questo c’è la più marcata differenza con Tinder. Scadute le 24 ore la connessione tra le due persone andrà perduta, a meno che voi non utilizziate l’unico buono giornaliero a vostra disposizione per prolungare in tempo che vi spetta di default.

Finalmente Tinder ha un concorrente, vediamo chi vincerà la dura lotta tra le app di incontri, che fin’ora avevano solo un unico ed incontrastato padrone. Secondo noi continua ad essere meglio uscire di casa con gli amici per fare incontri interessanti, ma se vi manca il tempo queste due app vi saranno utili, scegliete bene! Chissà se gli italiani lo utilizzeranno per trovare l’anima gemella o solo per avere incontri sessuali occasionali, vedremo.

Ecco il link dove potrete scaricare Bumble per Android: Link

Red

bumble 2

Alcuni dati su Tinder

Alcuni dati su Tinder

Dati forniti da Tinder sul numero e le caratteristi dei suoi uenti

Alcuni dati su Tinder tinder 2

In Italia ogni giorno l’applicazione è utilizzata da 9 milioni di persone.

Secondo i dati forniti dalla app di incontri Tinder, i suoi utenti spendono circa 90 minuti al giorno, la maggioranza dei quali dopo le 22, cercando fra foto e profili non tanto l’anima gemella, quanto un incontro da organizzare rapidamente e di cui valutarne gli eventuali sviluppi a sfondo relazionale o sessuale.
Le donne sembra siano tre volte più attente ed esigenti degli uomini nella selezione del partner: passano sull’applicazione 8 minuti ogni sessione anzichè gli 6,5 degli uomini. E tutto ciò avviene 11 volte al giorno.
Questo piccolo record è invidiato da molte app e piattaforme di incontri concorrenti come dicono gli esperti del settore. Il dato diventa molto positivo soprattutto se rapportato al tasso di crescita e al numero di utenti. Ogni giorno sono 9 milioni gli italiani che si cercano attraverso le loro foto ed i loro profili con i loro smartphone. Gli provano a trovare la persona gista mettendo il like alle foto finchè non raggiungono un match e compare sullo schermo la scritta It’s a match!

Che aspettate anche voi a trovare la vostra anima gemella o il vostro incontro di sesso infuocato su Tinder? E’ questione di algoritmi. Se volete scaricare l’applicazione Tinder lo trovate qui:

per gli utenti android: Google Play Store

per gli utenti Apple: iTunes – Apple
Per gli utenti Microsoft: Windows Apps on Microsoft Store

Red

 

Patente in cambio di sesso

Patente in cambio di sesso

Olanda, gli istruttori di guida possono offrire agli allievi maggiorenni lezioni in cambio di sesso

Patente in cambio di sesso sexy autostoppista
Folle idea dai Paesi Bassi: Patente in cambio di sesso

Gli istruttori di guida in Olanda sono ora legalmente autorizzati ad offrire lezioni di guida in cambio di sesso agli allievi maggiorenni, ma non è legale il contrario, come è stato chiarito dal Governo dopo le polemiche innescate dalla nuova legge, denominata “Ride for a Ride”.

Nel paese dei tulipani e degli zoccoli la prostituzione è legale, così se una persona è in possesso della licenza per esercitare la professione e paga le tasse sul suo lavoro, con questa nuova legge può effettuare lo scambio di prestazioni.

Come prevedibile però non tutti hanno visto di buon occhio la nuova legge, tra questi vi è il cristiano conservatore Gert-Jan Segers, che ha chiesto di rendere illegale la pratica. Gert-Jan Segers ha sollevato il problema che gli studenti potrebbero non avere alcuna licenza per esercitare la prostituzione e non sarebbero quindi in grado di dichiarare le prestazioni ai fini fiscali.

Il ministro dei trasporti Melanie Schultz van Haegen e quello della giustizia Ard van der Steur hanno difeso la legge in una lettera al parlamento, come ha riportato il quotidiano olandese De Telegraaf:

Non si tratta di offrire attività sessuali dietro compenso, ma a chi offre una lezione di guida.

Red

Patente in cambio di sesso sexy autostoppista 3

Fa un’orgia con tre uomini per restare incinta

Fa un’orgia con tre uomini per restare incinta: “voglio un bambino”

Fa un'orgia con tre uomini per restare incinta 1

Fa un’orgia con tre uomini per restare incinta. Emma Dearing ha un sogno nel cassetto e vuole realizzarlo a tutti i costi: vuole diventare mamma. La trentaseienne inglese nel suo ultimo tentativo disperato di restare incinta ha dormito con tre amici uomini.
Emma Dearing era sposata, ma dopo 11 anni insieme passati senza riuscire a concepire un bambino il matrimonio è finito .
La situazione è precipitata quando il medico le ha detto che si trovava in una condizione di menopausa precoce e quindi aveva ancora pochi anni per restare incinta. Emma aveva pensato anche all’adozione e per la fecondazione in vitro:

Abbiamo parlato a lungo sul metodo da utilizzare per far sì che rimanessi incinta, compreso l’utilizzo di una pipetta per l’inseminazione, ma non ci sembrava giusto. E così abbiamo optato per il sesso tradizionale, ma il mio desiderio di rimanere incinta era pieno di disperazione.

Utilizzando un kit di test fai da te ha verificato il suo periodo di massima fertilità, ha poi chiamato i suoi “donatori di sperma” per fare sesso. I suoi amici ovviamente si sono detti felici di aiutarla.

Emma ha racontato al tabloid inglese The Sun:

Ho sentito che dovevo fare tutto il necessario per avere un bambino. Le mie possibilità di diventare mamma stavano diminuendo velocemente. I miei amici conoscono le mie ragioni e sono stati felici di aiutarmi… Ho creduto che fosse meglio così che uscire e andare a letto con uno sconosciuto. Il bambino non avrebbe mai saputo chi fosse suo padre e l’uomo coinvolto non avrebbe mai saputo di avere un figlio o una figlia… Solo dopo essere entrata in un nuovo rapporto mi rendo conto che voglio ancora una famiglia tradizionale“.

Emma Dearing ha ora una nuova relazione e spera di riuscire finalmente a concepire il suo bambino nel modo più convenzionale. Una donna che fa un’orgia con tre uomini per restare incinta comunque è una cosa proprio inusuale.

Red

Fa un'orgia con tre uomini per restare incinta

Ho tradito mio marito con una donna sposata

Ho tradito mio marito con una donna sposata, ma adesso sono innamorata di lei

Ho tradito mio marito con una donna sposata, ma adesso sono innamorata di lei Julia Roberts prostituta sesso

Ho tradito mio marito con un’altra donna sposata, ma adesso sono innamorata di lei

Questa è stata la sorprendente confessione di una donna che ha raccontato il suo segreto hard ad una rubrica del quotidiano inglese The Sun.

La donna ha inoltre ammesso di aver tradito più volte il marito perché era sempre da sola a casa per via del suo lavoro che gli impiegava molto tempo. Un giorno uno dei suoi tanti amanti le ha proposto un menage a trois durante il quale ha incontrato la donna che ora è diventata sua amante abituale.

Ci vediamo e ci sentiamo tutti i giorni e non riusciamo a stare l’una senza l’altra, amo mio marito ma questa donna ha toccato le corde del mio cuore.

vedete la felicità si può trovare nel modo più inaspettato, chissà quando confesserà la cosa al marito cosa accadrà. Ne sarà felice? Si sentirà tradito? O sarà felice di possibili menage a trois?
I menage a trois sono il sogno di ogni uomo, ma se ama sua moglie molto probabilmente la situazione non lo rallegrerà più di tanto.

Hiv, nuovi casi di contagio dopo l’arresto di Valentino T

Hiv, nuovi casi di contagio dopo l’arresto di Valentino T
Hiv, nuovi casi di contagio Giornata mondiale Aids

Hiv, nuovi casi di contagio. Valentino T., l’untore di Aids arrestato a Roma, adescava le vittime mostrandosi attento e gentile: al primo appuntamento portava pure un mazzo di fiori. Grazie alla sua galanteria faceva innamorare le donne per poi avere rapporti sessuali non protetti con loro, senza rivelare che era malato. Non contento tradiva queste donne con altre donne, mietendo un numero maggiore di vittime.

Secondo gli ultimi accertamenti della Procura, l’uomo, oggi 31enne, in dieci anni ha contagiato quindici partner e, indirettamente, anche due uomini. I due uomini sono gli attuali compagni di due delle donne infettate. Il bilancio però purtroppo non è ancora concluso.

Sembra che altre ex fidanzate stiano per denunciare di avere avuto rapporti non protetti con l’impiegato che diffondeva il virus.

Una donna ventinovvenne ha dichiarato

Mi sono resa conto di essere sieropositiva quest’anno. Per mesi ho scavato nel mio passato per capire quale potesse essere la fonte del contagio. Poi qualche giorno fa ho letto dell’arresto di Valentino, un ragazzo con il quale ho avuto una breve storia nove anni fa, nel 2006, e ho capito. Tenetelo in carcere.

Ora spetterà ai giudici del Tribunale del Riesame decidere se revocare la misura cautelare in carcere con quella ai domiciliari, come sollecitato dalla difesa. La Procura esprimerà parere negativo convinta che l’indagato sia pericoloso.

Quest’uomo del resto ha condannato le vittime ad una malattia devastante come l’Aids è un criminale che va tenuto in carcere. Le donne infette senza saperlo possono aver infettato a loro volta tante altre persone ignanare. Per evitare simili mali se conoscete da poco il vostro partner usate il preservativo e fatevi furbi.

Red