J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey ne Il risveglio della forza

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey Star Wars

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey, spiegando le ragioni che lo hanno portato a prendere questa decisione

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey. Tra le tante critiche che sono state mosse da diversi fan a Star Wars: il Risveglio della Forza vi è quella legata all’abbraccio tra il Generale Leia Organa (Carrie Fischer) e Rey (Daisy Ridley). Colpisce fan e non, che Leia si diriga verso Rey, personaggio a lei sconosciuto, e non corra, invece, ad abbracciare Chewbacca, grande amico suo e di Han Solo. Slashfilm ha chiesto il motivo di questa scelta al regista che ha spiegato:

Questo è probabilmente uno degli errori che ho fatto nel film. All’epoca pensavo che Chewbacca, nonostante il dolore che stesse provando, fosse focalizzato sul cercare di salvare Finn e prendersi cura di lui. Quindi ho cercato di farlo correre via, concentrandomi su Rey, e poi mostrare l’incontro tra lei e Leia. La mia idea era che scorrendo potente in entrambe la Forza, pur non essendosi mai incontrate era come se si fossero sempre conosciute. Leia avrebbe capito cose di lei che noi non avevamo visto sullo schermo, e Rey avrebbe capito lo stesso su Leia. Quell’incontro tra loro sarebbe stato un vero ritrovo, per commemorare la loro perdita. Se non avessimo mostrato Chewbacca, probabilmente non ci avreste pensato. Ma siccome era proprio lì, e Leia è come se lo ignorasse, è sembrata una leggerezza, e questa non era la nostra intenzione.

Questo era uno dei motivi di critica mossi in questa recensione: Cinema e dintorni

Red

J.J. Abrams si scusa per l’abbraccio tra Leia e Rey Star Wars: Il risveglio della Forza

Star Wars grande successo solo in patria

Star Wars grande successo solo in patria

Star Wars grande successo solo in patria, in Asia ed America Latina non ha avuto il boom sperato

Star Wars grande successo solo in patria Star Wars: Il risveglio della Forza

Star Wars grande successo solo in patria, anche perchè in Europa ci si aspettava un guadagno maggiore

Star Wars: Il Risveglio della Forza ha superato ogni record negli USA, ma molto probabilmente non riuscirà a raggiungere i 2.79 miliardi incassati da Avatar nel 2009. La cifra incassata dal film di J. J. Abrams fino al 20 gennaio è stata in tutto il mondo 1,888,548,249 $.

Questa cifra, secondo gli analisti che hanno parlato con l’Hollywood Reporter sarà sufficiente solo a superare di pochissimo il secondo in classifica, ovvero Titanic e i suoi 2.19 miliardi di dollari, ma non per diventare il miglior incasso di sempre del cinema superando Avatar.

Il film in Asia ed America Latina è ormai nelle sale da quattro settimane e non sta andando particolarmente bene e presto verrà ritirato dalle sale. Gli analisti quindi prevedono che il film di J.J. Abrams possa arrivare a incassare 900 milioni di dollari in Nord America e tra gli 1.2 e 1.4 miliardi nel mondo, così da raggiungere un incasso di 2.1-2.3, che gli permetterebbe di superare a malapena Titanic coi suoi 2,19 miliardi. Quindi oramai è solamente una lotta per raggiungere il secondo gradino del podio.

Tutto questo marketing mai visto prima per un film, che ha deciso di fare la Disney, ha pagato in patria, ma non così tanto nel mondo, perchè oltre ad Asia ed America Latina non ha avuto il boom sperato in Europa, Italia Francia e Spagna su tutti.

Se cercate una recensione di Star Wars VII la trovate qui: Star Wars: Il risveglio della Forza

Se cercate una recensione di Avatar la trovate qui: Avatar

Ecco qui sotto uno schema riassuntivo dell’Hollywood Reporter, che dimostra una cosa: Star Wars grande successo solo in patria.

avatar-starwars

Star Wars 7: La LucasFilm ringrazia i fan

Star Wars 7: La LucasFilm ringrazia i fan

Star Wars 7: La LucasFilm ringrazia i fan per il successo ottenuto al botteghino

Star Wars 7: La LucasFilm ringrazia i fan Star Wars

Star Wars 7: La LucasFilm ringrazia i fan per il recod ottenuto al botteghino Nord americano

Star Wars 7: La LucasFilm ringrazia i fan. Star Wars VII come molti si aspettavano ha realizzato il recorda tanto sperato dalla Disney: Il Risveglio della Forza ha superato Avatar con oltre 760 milioni di euro ed ora è al primo posto della classifica di tutti i tempi del box-office degli USA.

La LucasFilm ringrazia i fan in questo modo:

I fan di Star Wars hanno mantenuto in vita la galassia lontana lontana per quasi 40 anni. Senza di loro non ci sarebbe Star Wars. Ecco perché siamo lieti e grati di annunciare che, grazie ai fan vecchi e nuovi, Star Wars: Episodio VII è ora il film con il maggiore incasso di tutti i tempi al botteghino nazionale, superando il precedente primato 760,5 milioni di dollari di Avatar in soli 20 giorni. Il film detiene ora il record per la più grande giornata di apertura al box office nazionale (119,1 milioni), il più grande weekend di apertura al box office nazionale (247, 96 milioni), e più grande apertura IMAX al box office nazionale ($ 30,1 milioni), tra i tanti primati.

Se volete trovate una recensione del film qui: Star Wars VII: Il risveglio della forza

   Red

Star Wars 7: La LucasFilm ringrazia i fan Star Wars: Il risveglio della Forza

George Lucas è molto deluso da Il risveglio della forza

George Lucas è molto deluso da Il risveglio della forza

George Lucas è molto deluso da Il risveglio della forza perchè avrebbe fatto un film che introducesse qualcosa di nuovo

George Lucas è molto deluso da Il risveglio della forza George Lucas è molto deluso da Il risveglio della forza perchè avrebbe fatto un film che introducesso qualcosa di nuovo Star Wars: Il risveglio della Forza

I rumor trapelati prima dell’uscita del film sull’entusiasmo di George Lucas per Star Wars: Il risveglio della forza non erano reali

George Lucas è molto deluso da Il risveglio della forza. Star Wars: Il risveglio della forza continua ad essere in vetta ai botteghini di tutto il mondo, però una parte del pubblico ha storto il naso di fronte al settimo film della saga e tra questi c’è proprio il creatore di Star Wars George Lucas.

Il papà di Star Wars ha filnalmente rivelato il suo pensiero in una recente intervista:

hanno guardato le storie, e si sono detti, “Vogliamo creare qualcosa per i fan” (..) Non che fossero molto propensi a coinvolgermi, ma se fossi stato lì, sarei stato solo un problema, perché non avrebbero fatto quello che volevo. Quindi mi sono detto, “Ok, io andrò per la mia strada, e lascerò che loro vadano per la loro strada”. Hanno voluto fare un film retrò. Non mi piace come cosa. In ogni mio film cerco di mettere qualcosa di completamente differente, con pianeti differenti, navicelle differenti.. qualcosa di nuovo.

Quindi i rumor trapelati prima dell’uscita del film sull’entusiasmo di George Lucas per Star Wars: Il risveglio della forza erano solo parte dell’asfissiante campagna pubblicità messa su dalla Disney. In effetti noi la pensiamo un po’ come Lucas perchè riteniamo che il film J. J. Abrams abbia deluso.

Una recensione molto interessante sul film la trovate qui: Star Wars: Il risveglio della Forza

Red

George Lucas è molto deluso da Il risveglio della forza George Lucas è molto deluso da Il risveglio della forza perchè avrebbe fatto un film che introducesso qualcosa di nuovo Star Wars: Il risveglio della Forza

Leonardo DiCaprio doveva essere Anakin Skywalker

Leonardo DiCaprio doveva essere Anakin Skywalker

Leonardo DiCaprio doveva essere Anakin Skywalker: ecco perché ha rifiutato

Leonardo DiCaprio doveva essere Anakin Skywalker

Come molti di voi hanno letto in passato, Leonardo DiCaprio doveva essere Anakin Skywalker nella trilogia prequel di Star Wars, prima che il ruolo venisse affidato a Hayden Christensen.

Leonardo DiCaprio doveva essere Anakin Skywalker, poi la star dell’atteso Revenant: Redivivo rifiutò poi il ruolo. Adesso, in occasione della promozione del film di Alejandro González Iñárritu, l’attore ha spiegato per la prima volta perché disse di no a George Lucas:

Ho avuto un incontro con Geroge Lucas, ma non mi sentivo pronto a prendere una decisione così importante. Molte persone guardano la mia carriera e le scelte che ho fatto, e dicono che c’è stato un periodo in cui ho inseguito la fama (…) La verità è che penso di essere stato molto coerente con l’idea di attore che volevo diventare.

Sicuramente avrebbe dato qualcosa di più al personaggio di Anakin Skywalker essendo un attore molto più dotato del mediocre Hayden Christensen. Non lo pensate anche voi?

Red

Star Wars, la più bella della galassia

Star Wars, la più bella della galassia

Star Wars, la più bella della galassia chi è? Carrie Fisher, Natalie Portman o Daisy Ridley?

Star Wars, la più bella della galassia 2 Daisy Ridley sexy

Star Wars, la più bella della galassia, difficile scegliere tra Leia, Padmé e Rey

Star Wars, la più bella della galassia. Da quando è uscito Star Wars: il risveglio della Forza, i fan si sono scatenati e sui social ed in particolare su Facebbok, girano foto come quella che vedete sopra che comparano le tre bellisime attrici.

Tutte e tre hanno avuto un ruolo fondamentale nella saga di Star Wars:

Carrie Fisher ha interpretato la regina Leia Organa nella trilogia che ha dato vita alla saga di Star Wars e ne Il risveglio della Forza (e si suppone nei sequel)

Natalie Portman, ha vestito i panni della regina Padmé Amidala (madre di Leia e Luke), di cui si innamora il cavaliere Jedi Anakin Skywalker

Daisy Ridley, che interpreta Rey nella nuova saga.

Tra l’altro non sappiamo di chi sia parente Rey, perchè bisogna aspettare il sequel de Il risveglio della Forza, ma è molto probabile che i tre personaggi interpretati dalle tre brave attric siano, nonna, figlia e nipote (sia che Rey sia figlia di Luke, che sia filgia di Leia).

Ora vi mostriamo alcune foto, decidete voi

Carrie Fisher

Star Wars, la più bella della galassia 3 Carrie Fisher sexy
Natalie Portman

Star Wars, la più bella della galassia Natalie portman sexy feet flower
Daisy Ridley

Daisy Ridley sexy Star Wars, la più bella della galassia

La nostra preferita è la stupenda Natalie Portman

Red

Il risveglio della Forza operazione commerciale

Il risveglio della Forza operazione commerciale

Analisi della rezione del pubblico e della critica al tam atam mediatico

Il risveglio della Forza operazione commerciale Star Wars

Il successo di pubblico e critica è solo un bluff o è reale?

Il risveglio della Forza operazione commerciale. La critica a livello modiale sta osannando ovunque Il risveglio della forza oltre ogni limite. Sarà forse perchè è diventato un fenomeno di tendenza, un evento pop costruito dall’enorme campagna pubblicitaria della Disney. Non sappiamo quanti milioni di dollari sia costata la pubblicità, una campagna di marketing senza precedenti a memoria d’uomo. Sicuramente sappiamo che la Lucasfilm è costata al gruppo The Walt Disney Company ben 4,05 miliardi di dollari e questa cifra in qualche maniera deve rientrare nelle casse del gruppo di Topolino.

La missione per ora sta riuscendo perchè in tutto il mondo Il risveglio della Forza sta incassando ad ora 517 milioni di dollari e chissà quanto guadagneranno i prossimi, anche se molti appassionati di cinema hanno storto il naso o si sono mostrati profondamente delusi. Gli stessi fan sono divisi tra quelli a cui non è piaciuto e quelli che l’hanno apprezzato. Esiste una terza categoria che apetta il sequel per giudicare.

Il risveglio della Forza operazione commerciale Star Wars: Il risveglio della Forza

Le recensioni ed i voti del pubblico nei confronti de Il risveglio della Forza, se prendiamo i considerazione solo una parte della rete e dei media, sono stati ottimi. Sia il pubblico che la critica americana sono stati entusiasti, pensate a Rotten Tomatoes e IMDb, dove i vosti sono, perdonatemi il termine, stellari. Anlizziamo però i voti del pubblico su IMdb:

Votes Percentage Rating

91439 37.6% 10
68246 28.1% 9
42902 17.6% 8
19702 8.1% 7
7686 3.2% 6
3525 1.4% 5
1883 0.8% 4
1312 0.5% 3
1071 0.4% 2
5364 2.2% 1

Notiamo subito che un 37% ha votato addirittura 10, ma che giudizo è? Un 10 si da al massimo a film come Blade runner, Taxi Driver, Shining, Apocalypse Now o Il dottor Stranamore, per citarne alcuni (ma anche in questo caso qualcuno potrebbe dire che è un voto eccessivo). Quindi questa media altissima direi che è poco indicativa e falsata da voti senza un giudizo ponderato, ma di “pancia”.

Se volete leggere un recensione che segue la nostra linea di pesniero leggete questa: Star Wars: Il risveglio della Forza

Red

Il risveglio della Forza operazione commerciale Star Wars: Il risveglio della Forza

Star Wars, Mel Brooks lavora a una nuova parodia

Star Wars, Mel Brooks lavora a una nuova parodia

Star Wars, Mel Brooks pensa alla parodia: Balle spaziali potrebbe avere un sequel

Star Wars, Mel Brooks lavora a una nuova parodia
Mel anche se fai sempre cose divertentissime, perchè fai una parodia di qualcosa di già caricaturale di suo?

Star Wars, Mel Brooks lavora a una nuova parodia. Dopo una lunga attesa è finalmente uscito nelle sale Il risveglio della forza: è il film del momento, si parla quasi ovunque solo della pellicola e sta sbancando ai botteghini di mezzo mondo.

Mel Brooks, come anticipato due giorni fa, pensa a un sequel della parodia di  Balle Spaziali (Spaceballs) del 1987. Il regista e attore oramai 89enne sarebbe già al lavoro ed il titolo sembra possa essere “Spaceballs: The Search For More Money” (Balle spaziali: alla ricerca di più soldi) e le riprese dovrebbero cominciare tra qualche giorno, all’inizio del 2016.

Mel Brooks vuole evidenteme sfruttare l’onda di Star Wars che sta continuando ad andare a vele spiegate, però, già in tempi non sospetti, qualche mese fa, il regista aveva confessato l’intenzione di fare un sequel della parodia con alcuni dei protagonisti:

Potrei ancora coinvolgere Daphne Zuniga e Rick Moranis se ha il piacere, e naturalmente ci sarei anche io. Anche se uscisse qualche mese dopo Star Wars il primo weekend andrebbe alla grande. E se fosse un flop e non recuperasse il budget chissene

Star Wars, Mel Brooks lavora a una nuova parodia 1
Nella pellicola dell’87 c’erano anche John Candy, Bill Pullman, John Hurt e Dick Van Patten.

Nel titolo The Search For More Money c’è gia l’allusione ai costi necessari per produrre il film, a testimonianza della difficoltà di reperire i finanziamenti. Speriamo si riesca a girare questo film perchè le parodie del comico americano sono sempre divertentissime.

Però c’è da chiedersi se in fondo serva una parodia de Il risveglio della forza visto che il film è già di suo una caricatura di Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza. Si tratta di un film bello dal punto di vista scenico ma caricaturale dal punto di vista della sceneggiatura e nella scelta di alcuni attori che interpretano maldestramente la loro parte, si salvano solo Harrison Ford e la brava e sorprendente Daisy Ridley nei panni della protagonista.

Star Wars, Mel Brooks lavora a una nuova parodia Star Wars: Il risveglio della Forza

Inoltre si tratta di un film che sa di già visto, ma costruito peggio, pensate: l’osteria spaziale del pianeta dove viene rapita Rei è uguale al bar di Moss Eisley (c’è pure una band simile), lo scontro padre-figlio sostituisce quello di figlio-padre, ma vogliamo parlare del pilota spaccone Poe Dameron? E’ la copia sputata di Han Solo, con meno personalità. E la visione nel sotterraneo? Non vi ricorda qualcosa? Stranamente è molto simile a quella avuta da Luke sul pianeta di Yoda.  E Max von Sydow nella parte di Lor San Tekka per pochi minuti? E’ sputato Obi Wan vecchio! Ma parliamo dei pianeti:  Yakku è identico a Tatooine, Takodana a Naboo, lo Starkiller è la Morte Nera versione pianeta.

Red

Star Wars, Mel Brooks lavora a una nuova parodia Star Wars: Il risveglio della Forza

Kylo Ren è in realtà Herbert Ballerina

Kylo Ren è in realtà Herbert Ballerina

Straordinaria la somiglianza tra il villain de Il risveglio della forza e Kylo Ren

Kylo Ren è in realtà Herbert Ballerina

Chi non è sobbalzato sulla poltrona al cinema pensando: questo l’ho già visto? Non stiamo parlando della trama, un reboot pessimo di Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza, ma dell’attore che interpreta il cattivo

Quando si è tolto la maschera nel film lo avete ricosciuto vero? Chi non l’ha pensato ed è sobbalzato sulla poltrona al cinema? E’ incredibile la somiglianza tra il villain di Star Wars: Il risveglio della Forza e Herbert Ballerina, il nome d’arte del comico molisano Luigi Luciano. Qualcuno su Facebook si è divertito a commentare che assomiglia pure a Paolo Jannacci, il figlio del celebre cantautore Enzo Jannacci oppure a Renzo Bossi.

Sicuramente sia Herbert Ballerina, che Renzo Bossi avrebbe avuto maggior spessore come villain di Adam Driver, che interpreta Kylo Ren. Più che un cattivo sembra una caricatura: quando qualcosa non funzionava Darth Vader se la prendeva coi sui sottoposti (spesso uccidendoli), non diventava autistico come Kylo Ren. Non dirò altro per evitare spoiler a chi non l’ha visto altrimenti ci sarebbe molto altro da dire sia sul personaggio di Kylo Ren, sia su questo reboot malriuscito e triste di Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza.
Il risveglio della forza è di gran lunga il film più brutto della saga: fino a ieri credevo che il peggiore fosse Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma, ora mi sono ricreduto, è da oscar in confronto. Trovo divertente che i fan abbiano criticato l’ultima trilogia (I, II, III), perchè rispetto al Risveglio della forza è oro.

Se volete una recensione completa del film la trovate qui: Star Wars: Il risveglio della Forza

La foto in questione è stata pubblicata sulla pagina Facebook de Lo Zoo di 105

Red

Star Wars record Usa con 238 mln dollari

Star Wars record Usa con 238 mln dollari

Alla fine Star Wars ce l’ha fatta: ha incassato 238 milioni di dollari

Star Wars record Usa con 238 mln dollari Star Wars

Sembra dunque distrutto il primato dell’esordio di Jurassic World

Come prevedibile è stato un weekend da record nelle sale Usa per il nuovo capitolo di Star Wars che all’esordio ha incassato 238 milioni di dollari. Secondo uno studio riportato da Ap, Il risveglio della forza, avrebbe totalizzato il migliore fine settimana di debutto di tutti i tempi in Nord America, con la cifra galattica di 238 milioni. La Walt Disney sembra abbia dunque distrutto il primato dell’esordio di Jurassic World di questa estate con 208.8 milioni. Un vero boom, previsto da molti giorni comunque.